Saviano: "Lombardia regione meno pronta a fronteggiare la pandemia"

Roberto Saviano su Salvini che non è persona perbene

Secondo lo scrittore Roberto Saviano la Lombardia si è dimostrata la regione italiana meno pronta davanti all'emergenza coronavirus: "È accaduto in Italia che proprio la Lombardia, la regione ritenuta più efficiente e ricca, fosse quella meno pronta a fronteggiare la pandemia, portando avanti scelte di cui presto i suoi dirigenti saranno chiamati a rispondere".

Saviano lo scrive in un tweet accompagnato da un articolo del quotidiano francese Le Monde e di Repubblica in cui analizza le scelte politiche fatte nella regione più colpita in Italia dal coronavirus. Nei giorni scorsi il governatore Attilio Fontana aveva respinto le generiche accuse di errori commessi nella gestione dell’emergenza parlando di virus "molto violento" in Lombardia.

Secondo Saviano invece: "La Lombardia, di fronte a una crisi senz'altro non prevedibile nella sua velocità di diffusione, ha pagato soprattutto per i deficit organizzativi che il sistema misto pubblico-privato - fino ad allora considerato, anche a ragione, dato che ogni anno migliaia di persone da altre regioni vi si recavano per cure, il meglio possibile - ha mostrato: a fronte di grandi eccellenze, un livello medio piuttosto basso sul piano organizzativo (fondamentale, a tal proposito, leggere la lettera che la FROMCeO Lombardia e cioè la Federazione Regionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Lombardia ha inviato ai vertici della Regione stigmatizzando l'incertezza nella chiusura di alcune zone, la mancanza di mascherine e dispositivi di protezione e i pochi tamponi effettuati) e un dominio incontrastato della politica e dei gruppi di potere".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO