Coronavirus, Renzi: "No ad aperture per regione, servono regole chiare"

renzi aperture regioone

Matteo Renzi, leader di Italia Viva, è stato stamattina ospite di Massimo Giannini e Oscar Giannino a Circo Massimo, su Radio Capital. L’ex presidente del Consiglio ha ribadito il suo no alla riapertura differenziata dell’Italia, con provvedimenti pensati regione per regione, perché potrebbe generare ulteriore caos in un momento di crisi particolare. Il rischio, ribadisce Renzi, è quello di “trasformare la pandemia in carestia”. Proprio stamattina, il premier Conte ha sottolineato che la ripartenza sarà nazionale ma con distinguo a seconda delle regioni. Insomma, uno dei partiti di governo ha già preso posizione contraria.

"Il contagio zero - aggiunge l’ex segretario del PD - arriverà solo con il vaccino. Dato che dobbiamo convivere con il virus un anno, diamo delle regole chiare. Se le rispetti riapri, se non le rispetti non riapri. Non serve alluvionare la gente con le statistiche sui contagi zero nelle Regioni".

Il leader di Italia Viva batte ancora sulla questione economica, ancor più importante su quella sanitaria visto che con il virus il paese dovrà convivere a lungo con il virus. "Il tema economico è devastante. Basta ideologie, rimettiamo in moto il Paese tutti insieme. Ogni settimana - insiste - costa 10 miliardi di euro, che paga la povera gente. Abbiamo un eccesso di burocrazia in Italia. Alla gente diamo un messaggio chiaro, purtroppo il virus ci sarà ancora per un anno. Avremo dei danni pazzeschi... diamo soldi alle aziende con la liquidità, aiutiamo chi non ce la fa ma ripartiamo".

Renzi: "Mes? Conte andrà a prendersi i soldi di corsa"

Tra i destinatari dei messaggi di Renzi ci sono Alessandro Di Battista e gli altri esponenti grillini che negli ultimi giorni si sono lamentati molto per il Mes. L’ex premier confida molto nelle capacità di Conte nel non farsi condizionare dall’ala sovranista del principale partito di maggioranza. "I grillini se ne facciano una ragione. Hanno cambiato idea su tutto, lo faranno anche sul Mes. I fondi del Mes senza condizioni? Li prenderei di corsa, vado a piedi a Bruxelles a prenderli, ma è ovvio. Ti danno dei denari a condizioni buone, chi è che dice di no. Il presidente del Consiglio, ne sono assolutamente certo, non dirà di no al Mes".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO