Berlusconi: "Fase 2 incerta. Mes? Assurdo rinunciare a 37 miliardi, l'ho detto anche a Salvini"

silvio-berlusconi noi indispensabili

Silvio Berlusconi torna a ribadire la necessità che l’Italia dica sì al Mes (Meccanismo europeo di stabilità) per far fronte all’emergenza coronavirus. Il leader di Forza Italia spiega che sta cercando di far capire agli alleati sovranisti, Lega e Fratelli d'Italia, l'imprescindibilità del fondo salva stati ma che non sarà il Mes a far saltare l’alleanza di centrodestra.

Dice Berlusconi a Radio24: "Ne ho parlato con Salvini, lui mi ha spiegato le sue posizioni, io gli ho spiegato invece le ragioni per cui ritengo che sarebbe assurdo rinunciare a 37 miliardi che ci verrebbero prestati a tasso zero e senza condizioni. Potremmo riqualificare gli ospedali, assumere più medici e infermieri, sovvenzionare la ricerca, moltiplicare le facoltà di medicina, costruire reparti di isolamento nelle case di riposo e nelle carceri, dare da mangiare a chi è ridotto alla fame. Dire di no è un pregiudizio assurdo, una cosa insensata".

Berlusconi conferma il ruolo di opposizione responsabile da parte di Forza Italia ma non se la sente di classificare Lega e FdI come "forze radicalmente euroscettiche, usano un linguaggio figlio di una cultura politica che non ci appartiene. Il centrodestra è una coalizione di forze diverse" e FI incarna "la sensibilità europeista".

"Noi siamo lontani dal sovranismo, che è responsabile di molti dei mali che affliggono l’Europa" sentenzia l'ex presidente del Consiglio che non dà un "giudizio tanto severo" sull’UE: "Se ci sono state lentezze e ritardi nell'intervenire a sostegno dell'Italia, è stato a causa delle resistenze dei partiti sovranisti del Nord Europa" mentre la fase 2, ai nastri di partenza in Italia, viene definita da Berlusconi "incerta e contraddittoria", incertezza che è "il danno peggiore" per famiglie e imprese.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO