Gualtieri: "Indennità per gli autonomi rinnovate e incrementate. Indennizzo per colf e badanti"

Il ministro dell'Economia in audizione sul Def.

Roberto Gualtieri

Il ministro dell'Economia Roberto Gualtieri, in audizione sul Def, ha anticipato quali saranno le misure previste dal Dl Aprile, che conterrà nuovi aiuti per lavoratori e famiglie. Prima di tutto, il titolare del Mef ha parlato dei lavoratori autonomi, che già a marzo hanno avuto un bonus da 600 euro:

"L'indennità per il lavoro autonomo, che finora è stato ricevuto da 3,5 milioni di persone, sarà rinnovato e incrementato, con una revisione delle procedure che renda rapidissima l'erogazione della prossima tranche. Auspicabilmente il mio obiettivo è che l'indennità degli autonomi venga erogata immediatamente e automaticamente, in 24 ore, a tutte le persone"

Poi ha aggiunto:

"Stiamo inoltre ragionando su un nuovo strumento temporaneo in favore dei nuclei familiari che non hanno reddito, pensioni o sussidi pubblici e oggi si trovano in difficoltà economiche. Verrà prorogata per due mesi la Naspi a favore di coloro che hanno il sussidio di disoccupazione in scadenza. Infine, sarà previsto un indennizzo a favore di colf e badanti che, a causa dell'emergenza, non hanno potuto lavorare in questo periodo. Sarà previsto innanzitutto il rifinanziamento degli ammortizzatori sociali e degli strumenti di supporto al reddito già in vigore. Come detto più volte, nessuno deve perdere il lavoro a causa dell'epidemia. Il sostegno che stiamo fornendo ai lavoratori è perciò fondamentale e sarà erogato finché ce ne sarà bisogno"

Gualtieri ha inoltre parlato di forme di sostegno a fondo perduto:

"La tenuta del sistema delle imprese sarà assicurata da specifiche forme di sostegno a fondo perduto per chi ha subito l'impatto della crisi. Con alcuni interventi mirati andremo inoltre a intervenire su alcuni dei deficit strutturali dell'economia italiana. È il caso ad esempio della scarsa patrimonializzazione delle imprese. Al riguardo sono all'esame possibili iniziative volte al rafforzamento patrimoniale di imprese per contribuire all'assorbimento delle perdite generate dalla crisi, e per sostenerle con prospettive di rilancio e il finanziamento di investimenti per la ripresa e la crescita, in linea con le riflessioni in corso in altri Paesi europei"

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO