Pil Italia in caduta libera: -4,7% | Istat: crollo mai registrato prima

dati istat pil 2020

Pil italiano in caduta libera. Lo conferma l’Istat che nella stima preliminare parla di una flessione che nel primo trimestre 2020 è del 4,7% su base trimestrale e del 4,8% su base annua. Si tratta di un crollo record, mai registrato dall'inizio dell'attuale serie storica, cioè dal primo trimestre del 1995.

Il Pil, spiega ancora l’Istituto nazionale di statistica, ha subito "una contrazione di entità eccezionale indotta dagli effetti economici dell'emergenza sanitaria e dalle misure di contenimento" legate all’epidemia di Covid-19.

Il primo trimestre 2020 ha avuto le stesse giornate lavorative rispetto al trimestre precedente e una in più rispetto al primo trimestre dell’anno scorso. Lato domanda, l’Istat registra gli "ampi contributi negativi" della componente nazionale, al lordo delle scorte, e della componente estera netta. In questo quadro la variazione di Pil acquisita per l’anno in corso è ad oggi uguale a -4,9%.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO