Spallanzani: "Presto per il vaccino, no conclusioni su efficacia" | Ue stanzia 1 mld per cure

Dallo Spallanzani di Roma, Istituto nazionale malattie infettive, frenano sulla possibile scoperta di un vaccino contro il Covid-19: "Sulla base dei dati finora disponibili l'Istituto nazionale malattie infettive ritiene con non sia possibile giungere a conclusioni di qualunque natura sull'efficacia del potenziale candidato vaccinale".

Quanto dichiarato da un'azienda farmaceutica, la Takis, sulla possibilità di creare in Italia un vaccino, dopo aver ottenuto "risultati incoraggianti" con una sperimentazione sui topi "non è stato concordato con l’Istituto nazionale malattie infettive, né da esso autorizzato", aggiunge la direzione dello Spallanzani.

Marta Branca, direttore generale dell’ospedale romano, ha spiegato che "non ha redatto alcun report ufficiale e non ha ancora distribuito in maniera formale i risultati degli esami effettuati".

L’Istituto "ha partecipato a una proposta di ricerca presentata da Takis all'interno di un bando urgente lanciato alla Comunità europea, che non è stata finanziata. In vista della possibile partecipazione ad ulteriori bandi, sono state effettuate prove preliminari e parziali sulla risposta in termini di anticorpi neutralizzanti in topi inoculati con formulazioni iniziali di potenziali vaccini. I risultati di queste prove, tuttora in corso di valutazione, indicano che è possibile rilevare negli animali inoculati una risposta in termini di anticorpi neutralizzanti, il che è la premessa per lo sviluppo di un modello di studio basato sui consueti animali da esperimento".

Lo Spallanzani precisa anche che "è fra i pochi a poter valutare il potere di neutralizzazione degli anticorpi contro il Sars-Cov-2, che sono un parametro importante, fra l’altro, nella valutazione dell’efficacia dei vaccini".

Intanto sul fronte europeo, la Commissione Ue ha deciso di mettere in campo un miliardo di euro per la Coronavirus Global Response, cioè il progetto della stessa Commissione per raccogliere fondi per velocizzare la ricerca e sviluppare il vaccino contro il Covid-19, ha annunciato oggi la presidente Ursula von der Leyen, in videoconferenza con gli altri leader europei.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO