Fase 2, Lamorgese: "Dagli italiani grande senso di responsabilità, sono soddisfatta"

Il Viminale si complimenta con gli italiani

Il ministro dell'Interno, Luciana Lamorgese, si dice soddisfatta di come gli italiani si stanno comportando in questo avvio di fase due, quello di convivenza con il Covid-19, con quasi 4,5 milioni di persone che sono tornate al lavoro dopo circa due mesi di blocco totale delle attività non essenziali: "Gli italiani hanno dimostrato grande senso di responsabilità".

La cosiddetta fase 2, partita il 4 maggio, è disciplinata dal Dpcm 26 aprile 2020. Tra le novità previste la possibilità di far visita ai congiunti che vivono nella stessa Regione e la riapertura dei parchi pubblici, sempre rispettando le norme di distanziamento e le altre prescrizioni igienico-sanitarie, naturalmente evitando gli assembramenti. L’uso della mascherina nei luoghi pubblici chiusi diventa obbligatorio, dai mezzi di trasporto ai negozi.

"Dopo settimane di chiusura si poteva pensare a qualche comportamento non proprio in linea con le prescrizioni, cosa che non c'è stata e quindi sono soddisfatta" aggiunge la titolare degli Interni secondo cui in rapporto ai controlli che "sono stati numerosi" le persone sanzionate "sono state in un numero davvero limitato".

Secondo uno studio inglese, dell'Imperial College London, se l'Italia in questa fase allentasse la guardia, potrebbe rischiare fino a 23mila nuovi decessi nel giro di 2 mesi.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO