Provincia Autonoma Bolzano anticipa aperture, scontro col governo | Salvini: "Italiani stufi, è la strada giusta"

Francesco Boccia

Dopo la Regione Calabria, il Friuli Venezia Giulia e la Provincia Autonoma di Bolzano. Altre riaperture anticipate e altra impugnazione annunciata da parte del governo davanti al Tar, come spiega il ministro per gli Affari regionali Francesco Boccia.

Stamattina Massimiliano Fedriga, governatore leghista del FVG, a 24 Mattino su Radio 24 aveva detto: "Lunedì ripartiamo, ma non proprio con tutto. Abbiamo fatto una proposta molto responsabile: abbiamo detto, partiamo lunedì con il commercio al dettaglio e dal 18 con le attività mancanti".

Fedriga ha ricordato che il commercio al dettaglio "è già aperto. Le regole che il governo ha giustamente messo per i negozi di abbigliamento per bambini e per le librerie possono valere anche per gli altri, così permettiamo lunedì di ripartire a quegli imprenditori che sono pronti a garantire la sicurezza".

A proposito delle parziali riaperture decise anche dalla Provincia di Bolzano "in assenza delle linee guida sul lavoro in corso di elaborazione in questi giorni dal comitato tecnico scientifico, il governo non può far altro che impugnare il provvedimento" dice Boccia precisando che l’impugnativa sarà limitata alle parti "in contrasto con le regole sulla sicurezza sul lavoro". Domani riapriranno a Bolzano i negozi, lunedì sarà la volta di bar, ristoranti, parrucchieri e musei.

Il governatore altoatesino Arno Kompatscher commenta: "Dopo che Roma per settimane non ha ascoltato le richieste per una differenziazione regionale delle misure, abbiamo deciso di intraprendere il nostro percorso legislativo autonomo. La Provincia vuole affrontare questa fase all'insegna dell'applicazione della sua autonomia".

Boccia, pur parlando di un'autonomia che va sempre "rigorosamente rispettata", invita a rispettare in primis i valori universalmente garantiti dalla Costituzione, su tutti "il diritto alla salute" e per chi l’avesse dimenticato aggiunge: "Ricordo che vige lo stato di emergenza nazionale".

Di tutt’altro tenore il commento di Matteo Salvini che sulle riaperture anticipate nella Provincia autonoma di Bolzano dice: "Italiani stufi di un governo che, da Bolzano alla Calabria, sa solo dire di no alle legittime richieste di lavoro e sicurezza di Comuni, Regioni e autonomie. Ripartire in sicurezza è fondamentale, avanti così!".

Secondo il leader della Lega: "In Alto Adige hanno deciso di riaprire i servizi per l’infanzia da lunedì 18, per aiutare in modo concreto le famiglie con figli che tornano a lavorare. È la strada giusta!".

Il governo com’è noto sta perseguendo una politica di graduale riapertura delle attività economiche, in base al livello di rischio. Dal 18 maggio inizia la vera fase 2: si partirà con aperture differenziate per Regioni, conferma Boccia, non prima delle opportune valutazioni da parte del Ministero della Salute.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO