Casellati: "Mentre Berlino discute l’Europa brucia. Bce metta subito soldi in tasca ai cittadini"

Maria Elisabetta Alberti Casellati

La presidente del Senato Maria Elisabetta Casellati coglie l’occasione di oggi 9 maggio, Giorno dell’Europa, per criticare le istituzioni Ue e la posizione della Germania. Berlino è falco del rigore e capofila dei paesi del Nord Europa contrari agli eurobond e ad altre forme di condivisione dei rischi e del debito per sostenere gli Stati membri più colpiti dalla pandemia di coronavirus.

La seconda carica dello Stato osserva: "Oggi è la giornata dell’Europa. 70 anni fa nasceva un grande sogno. Un sogno fatto di solidarietà, crescita e benessere, un sogno costruito su lavoro, moneta e investimenti".

Tuttavia "in questo momento di grave emergenza, che Europa ci troviamo davanti? Da europeista convinta, avrei pensato che ci fosse una risposta unanime di tutti gli Stati membri per venire incontro ai bisogni di famiglie ed imprese".

Secondo Casellati: "Non c’è più tempo per le discussioni. La Bce faccia presto, metta subito, adesso, soldi nelle tasche dei cittadini per salvare l’economia".

Non posso pensare - prosegue la presidente del Senato - che la Germania, più volte aiutata anche dall’Italia, si tiri indietro ritardando con pretesti scelte vitali per tutti. Come diceva Kohl 'un Paese che non ha memoria non ha futuro'. E io aggiungo: attenzione! Mentre Berlino discute, l’Europa brucia".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO