Viminale: testo su regolarizzazione lavoro migranti pronto. Salvini: "È sanatoria-vergogna"

Matteo Salvini sanatoria vergogna lavoro migranti

Secondo fonti del Viminale: "Il testo concordato del provvedimento sull'emersione del lavoro in agricoltura e nel lavoro domestico è pronto".

Il testo, per cui si era battuta la ministra delle Politiche agricole Teresa Bellanova (IV), "è il frutto della sintesi raggiunta domenica tra le forze di maggioranza e il governo per rispondere alle esigenze di sicurezza, anche sanitaria, e alle pressanti richieste del mondo produttivo e della famiglie italiane" precisano le stesse fonti del ministero dell’Interno secondo cui il datore di lavoro potrà regolarizzare un lavoratore, italiano o straniero, con un pagamento forfettario di 400 euro all'Inps.

Il leader della Lega Matteo Salvini non ci sta: "Invece di assicurare un lavoro ai milioni di italiani disoccupati e ai tanti immigrati regolari e perbene presenti in Italia, il governo pensa a una maxi sanatoria per migliaia di clandestini. Neanche un euro per cassintegrati, Partite Iva e commercianti, ma soldi e contratti per gli irregolari... Faremo tutto quello che la democrazia permette per evitare questa ennesima vergogna".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO