Sileri: "Dall'1 giugno si potrà uscire dalla Lombardia"

sileri lombardia

Pierpaolo Sileri, viceministro della Salute, è intervenuto stamane alla trasmissione "Circo Massimo" su Radio Capital. L’esponente del Movimento 5 Stelle è sembrato molto ottimista sull’anticipazione di alcune misure rispetto alla tabella di marcia iniziale. "Penso che dal primo giugno ci sarà possibilità di spostarsi da una regione all'altra - esordisce Sileri - E secondo me sarà possibile uscire anche dalla Lombardia". Il viceministro, evidentemente con il supporto degli ultimi dati sulla curva dei contagi, fa una previsione che fa ben sperare gli italiani: "Dal 18 maggio faremo un passo avanti e di questo ne sono sicuro e per fine mese ci sarà maggiore libertà. Ci sono 12 regioni con meno di 12 infetti", evidenzia pur mantenendo tutta la prudenza che suggerisce il caso. "Ovviamente non posso garantire oggi la libertà del movimento fra diverse regioni perché è un momento di osservazione. E’ una fase 2 molto inziale: è come se all'Italia fosse stata data una lettera di dimissioni dopo una brutta malattia - insiste - adesso ha un periodo di convalescenza di due settimane".

Sileri: "Terapia sul plasma promettente, pessimista sul vaccino"

Ovviamente, le riaperture dovranno essere supportate anche dalla lotta al virus, che non può e non deve fermarsi per evitare la ripartenza di focolai. "Dobbiamo lavorare sulla terapia - prosegue Sileri - credo che quella sul plasma sia molto promettente. Servono più studi, bisogna investire nella ricerca. L'Italia ha un'opportunità unica di mostrare all'estero la bontà della terapia, se i risultati dovessero confermarla, come io penso". Quanto al vaccino, il viceministro della Salute è meno ottimista e ha sottolineato che "serve più tempo, credo diversi mesi. Non sono ottimista in un vaccino entro fine anno".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO