Virus, Salvini: "Gestione errata in Lombardia? Lo dicano i medici"

Matteo Salvini gestione emergenza lombardia

L’emergenza coronavirus è stata gestita male in Lombardia? Per il governatore Attilio Fontana no, anzi è stata gestita meglio che in altre regioni. Ma Matteo Salvini, interrogato sul punto a Radio 24, non si sbilancia troppo: "Lasciamolo dire ai medici e agli infermieri... Lasciamo giudicare a coloro a cui la bomba è esplosa sulla testa e hanno fatto di necessità virtù".

Salvini punta piuttosto il dito sul governo e le sue scelte: "Il commissario (Domenico Arcuri, Ndr) è stato messo lì per fornire a tutti gli italiani mascherine e protezioni e non si sa che cosa abbia fatto in queste settimane".

Il leader della Lega parla anche di fase 2. Per Salvini le norme "devono valere da Lampedusa al nord, servono regole chiare, questo non c'è, mentre la responsabilità penale in caso di malattia è a carico del datore di lavoro".

Capitolo regolarizzazioni. Salvini dice che quella della Bellanova non è affatto come la sanatoria Maroni del 2009: "No, questa è una cosa indiscriminata, ora si sanano anche le decine di migliaia di immigrati che hanno fatto domanda, a cui è stata respinta dalle commissioni, perché falsa e bugiarda".

Secondo Salvini: "Una cosa è allungare il permesso di lavoro a chi ha già un contratto di lavoro e per me ha un senso, un conto e sanare indiscriminatamente chiunque ci dica io ero in Italia prima del 8 marzo 2020. Qui si regolarizzano anche quelli che bivaccano in questo momento di fronte alla stazione Termini".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO