COVID-19, Assemblea OMS. Cina: "No ad un'indagine subito"

Si è aperta oggi la videoconferenza dell'Organizzazione Mondiale della Sanità a cui sono stati chiamati i rappresentanti dei 194 Paesi membri con l'obiettivo di fare il punto della situazione sulla pandemia ancora in atto e capire come muoversi per chiarire le origini del COVID-19.

L'assemblea di due giorni si è aperta con l'intervento del segretario generale dell'ONU António Guterres che ha invitato tutti i Paesi a seguire le linee guida dell'OMS per gestire la pandemia di COVID-19.

L'UE, insieme al Regno Unito, l'Australia e la Nuova Zelanda, ha iniziato a fare pressioni affinché venga condotta un'indagine imparziale sul modo in cui è stata affrontata la pandemia anche da parte della stessa OMS, così da trarre le dovute lezioni per il futuro.

Virginie Battu-Henriksson, portavoce dell'UE, ha precisato che questo non è il momento di assegnare colpe e responsabilità, ma è necessario chiarire con precisione cosa è accaduto così da evitare di tornare a vivere una situazione come questa. La bozza di risoluzione sarà messa ai voti nella giornata di domani e già oggi 116 Paesi su 194 si sono detti intenzionati a supportarla. Affinché venga approvata servono i due terzi del totale, quindi servirebbero almeno altri 15 Paesi.

Intanto nella giornata odierna è già intervenuto anche il Presidente della Cina Xi Jinping, che ha difeso le azioni del suo Paese nella prima fase dell'emergenza, spiegando che la Repubblica Cinese ha agito "in modo aperto, trasparente e responsabile".

Xi Jinping ha annunciato che la Cina stanzierà due miliardi di dollari in aiuti internazionali nei prossimi due anni per la risposta al COVID-19 e lo sviluppo economico e sociale dei Paesi colpiti dal nuovo coronavirus, ma anche sottolineato che questo non è il momento di avviare indagini. Pur concordando sull'utilità di approfondimenti e accertamenti, il leader cinese è convinto che questo dovrà essere fatto in futuro, quando l'emergenza sarà sotto controllo.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO