Conte all’Oms: “Non eravamo preparati a crisi così grande, abbiamo dimostrato grande resilienza”

“Crisi globale senza precedenti: possiamo solo superarla insieme”.

Giuseppe Conte

Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte è oggi intervenuto nella sessione di chiusura della 73esima Assemblea dell’Oms, l’Organizzazione mondiale della sanità. Durante il suo intervento ha ammesso che l’Italia e tutto il mondo erano impreparati ad affrontare una crisi come quella innescata dal coronavirus, ma hanno dimostrato una certa resilienza. Conte ha detto:

“Questa 73esima Assemblea mondiale della salute arriva in un momento cruciale, nel mezzo della nostra lotta contro la minaccia della pandemia di Covid-19. Il virus ha cambiato la nostra vita in modi che non avremmo mai immaginato solo pochi mesi fa. Stiamo vivendo una crisi globale senza precedenti, una crisi che non conosce confini e non risparmia regione: possiamo solo superarla insieme, attraverso la solidarietà, la cooperazione e la responsabilità reciproca”

Poi ha parlato del caso specifico dell’Italia:

“Sin dall'inizio della pandemia, l'Italia ha promosso il rafforzamento della leadership globale e della solidarietà internazionale per gestire l'emergenza e accelerare soluzioni sostenibili a lungo termine guidate da scienza, ricerca e medicina. Il risultato di questa Assemblea mostra il valore della nostra cooperazione e stabilisce un quadro per una risposta efficace”

E ha aggiunto:

“Ammettiamolo: non eravamo completamente preparati a una crisi globale così grande. Abbiamo dimostrato grande resilienza - rimarca il premier - ma ora siamo chiamati a imparare la lezione e sicuramente abbiamo lezioni da imparare. Dobbiamo rafforzare i meccanismi di allarme rapido, lo scambio di informazioni, l'identificazione delle migliori pratiche per migliorare la preparazione alla pandemia nella comunità internazionale”

Conte: “Sul vaccino nessuno resti indietro”

Conte ha poi parlato dell’agenda 2030:

“Questa crisi rischia di far deragliare gli obiettivi globali storici finora raggiunti nel settore sanitario e di interrompere il nostro percorso verso i 'Sustainable Development Goals' e l'intera agenda 2030, specialmente in Africa. Pertanto, l'Italia ritiene che sia molto necessario aumentare il nostro sostegno ai Paesi più vulnerabili”

Il Premier ha assicurato che l’Italia, quando assumerà la presidenza del G20 nel 2021, garantirà il massimo impegno per quesi obiettivi. Ha poi parlato del vaccino:

“Fin dalla prima chiamata per un'alleanza internazionale per combattere il Covid-19, insieme all'Oms, agli attori sanitari globali e ai principali Paesi partner, abbiamo lanciato 'ACT Tools Accelerator', una piattaforma globale per accelerare gli sforzi per un vaccino, terapeutico e diagnostico, e per strumenti atti a garantire un accesso universale ed equo a questi trattamenti salvavita”

E poi ha aggiunto che “non dovremo lasciare indietro nessuno”.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO