Lo stalker di Giorgia Meloni condannato a due anni

Giorgia Meloni proporzionale scandalo

È stato condannato a due anni di reclusione l’uomo accusato di stalking nei confronti di Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia. Raffaele Nugnes, questo il suo nome, era stato arrestato a luglio del 2019 dopo aver scritto messaggi minacciosi, diffamatori e farneticanti contro la Meloni sui social.

L’imputato è stato riconosciuto colpevole dalla prima sezione penale del Tribunale di Roma ma i giudici gli hanno riconosciuto un vizio parziale di mente che ha fatto decidere per un terzo anno, in aggiunta ai due di condanna, che l’uomo dovrà trascorrere in una Residenza per l'esecuzione delle misure di sicurezza (Rems).

Nugnes, originario del Casertano, prendeva di mira la Meloni su Facebook e in alcuni post sosteneva addirittura che la figlia della donna fosse sua.

Ai magistrati Meloni aveva raccontato di aver "paura" per lei e per la sua bambina "che ha appena tre anni. Sono spesso fuori casa e leggere quelle cose mi ha gettato nella paura. Non dormo più la notte. Lui diceva che gliel'ho strappata, che la bambina era sua, che prima o poi sarebbe venuto a riprendersela a Roma". Meloni aveva chiarito di non avere mai "visto né conosciuto" il suo molestatore.

Prima dell'arresto Nugnes era stato destinatario di un foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno per 2 anni in tutta la provincia di Roma dopo essere stato nella capitale con l’intento di scoprire dove fosse la casa della Meloni.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO