Scuola, dopo l'estate il concorso per 32mila precari

Ministra Lucia Azzolina

È stato chiuso nella notte l'accordo nella maggioranza sul decreto Scuola e il concorso per i 32mila docenti precari di scuola media e scuola superiore.

Il concorso per l'assunzione si terrà dopo l'estate, in data ancora da definire, e consisterà in una prova scritta, non una prova a crocette come ipotizzato in un primo momento.

Le tempistiche per il ritorno a scuola non coincideranno, ma i 32mila precari dovranno essere a disposizione delle scuole già a partire dal 1° settembre. Entreranno in servizio a tempo determinato direttamente dalle graduatorie d'istituto, che dovranno essere aggiornate prima di settembre, e in attesa del concorso per l'assunzione.

Per il raggiungimento dell'accordo è stata fondamentale la mediazione del premier Conte, che ha avvicinato la ministra Lucia Azzolina alle posizioni, molto diverse, del Partito Democratico e di Liberi e Uguali. E la Ministra non ha potuto far altro che accettare. E infatti le prime dichiarazioni arrivate sono di soddisfazione per l'accordo:

Bene la soluzione sul concorso straordinario per la scuola. Vogliamo ridurre il precariato per dare più stabilità alla scuola e vogliamo farlo attraverso una modalità di assunzione che garantisca il merito. Abbiamo 78 mila insegnanti da assumere nel primo e secondo ciclo fra concorsi ordinari e concorso straordinario. Sono numeri importanti e dobbiamo fare presto.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO