Virus clinicamente inesistente, Zangrillo: "Strano che la verità divida gli scienziati"

Alberto Zangrillo

Il prorettore dell’Università San Raffaele di Milano, professor Alberto Zangrillo, torna sulle polemiche in merito alle sue dichiarazioni sul coronavirus ormai "clinicamente inesistente".

All’Adnkronos Salute, Zangrillo si dice meravigliato dal clamore suscitato dalle sue parole tra gli addetti ai lavori: "È veramente strano constatare che la verità porti alla contrapposizione tra scienziati. Questo non è bello per chi ci ascolta. Ho dichiarato, e lo ripeto, che 'il virus è clinicamente inesistente'. Non ho mai affermato che il virus è mutato, e soprattuto ho visto con i miei occhi le drammatiche conseguenze dell'epidemia nella sua fase acuta".

Il direttore delle Unità di anestesia e rianimazione generale e cardio-toraco-vascolare del San Raffaele precisa: "La mia dichiarazione nasce dall'osservazione clinica, dal confronto con la direzione scientifica e la componente clinica multidisciplinare della mia università di appartenenza. Detto ciò, appoggio tutte le raccomandazioni di buonsenso che, se eseguite, risulteranno decisive per liberarci per sempre da questo incubo".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO