L'ossessione di Franceschini per Noemi Letizia. Cui prodest?

«Berlusconi ha il dovere di dire la verità sul suo rapporto con Noemi Letizia e di rispondere a chi da due settimane gli sta facendo delle domande». Queste le ultime parole pronunciare dal segretario del Pd Dario Franceschini durante un comizio elettorale a Reggio Emilia, e riportate dal Corriere.

Si dirà; e dov'è la novità? Da settimane non si parla d'altro che del rapporto tra il premier e l'aspirante velina/modella di Portici, senza che il clamore si plachi. Ma se da un certo punto di vista è giusto e comprensibile che il principale quotidiano d'opposizione, Repubblica, faccia le pulci al primo ministro battendo ripetutamente sul chiodo delle 10 domande (i giornali si devono pur vendere); meno chiaro è il motivo per cui Franceschini assecondi il gossip.

Non è questione di voler difendere Berlusconi, anzi. Noi stessi da giorni ci occupiamo assiduamente della vicenda, proprio in quanto essa riveste un interesse giornalistico/scandalistico che appassiona molti. Ma un conto è compiere una scelta editoriale, che impone di occuparsi di ciò che il lettore vuole leggere, un conto è la scelta politica di sfidare il Cavaliere su un terreno che politico non è.

Si tratta di una scelta suicida, Franceschini, glielo diciamo chiaramente. Una linea che non fa altro che rinforzare il suo "nemico", compattandogli intorno gli stessi elettori dubbiosi a 15 giorni dall'appuntamento elettorale. Ed è inutile invocare come termine di paragone la realtà americana o anglosassone in cui un'eventuale bugia del Premier, anche su un terreno privato, appare grave perché si riflette su quello pubblico. Qui non siamo negli Usa nè in Gran Bretagna. Siamo in Italia, e benché si faccia forse più gossip che in ogni altro paese occidentale, storicamente la cosa non influisce minimamente sul voto.

Franceschini sta trascinando il suo partito in un baratro ancora più profondo di quello che aveva scavato Veltroni, anche se la cosa appare impossibile. E tocca consigliargli di prendere esempio da Di Pietro, che a Berlusconi non gliene sconta una, ma sulla questione Noemi ha scelto un profilo più basso, preferendo attaccarlo sulle cose concrete.

E gli argomenti non mancano.

  • shares
  • Mail
58 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO