Di Maio: “Italia si rialza anche grazie alla Francia. Austria? Stop non è definitivo”

Il ministro degli Esteri oggi ha incontrato il suo omologo francese e ha parlato al telefono con quello austriaco.

Luigi Di Maio con Jean-Yves Le Drian

Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio oggi ha incontrato il suo omologo francese Jean-Yves Le Drian con il quale ha poi tenuto una conferenza stampa nel corso della quale ha detto:

"Se l'Italia si sta rialzando è anche grazie all'aiuto dei paesi amici e uno di questi è la Francia: una collaborazione preziosa, un'amicizia sincera e un dialogo franco. In questi mesi tutti noi abbiamo visto momenti difficili, visto morire i nostri cari, combattuto con medici e infermieri ma oggi l'Italia torna a camminare da sola sulle sue gambe"

Ma il vero argomento del giorno per quanto riguarda i rapporti con gli altri Paesi europei sono i confini con l’Austria, che Vienna tiene ancora chiusi. Su questo punto Di Maio ha sentito telefonicamente il ministro degli Esteri austriaco Alexander Schallenberg e ha detto:

"Ho registrato la disponibilità a far confrontare i nostri ministeri della Salute sui dati emidemiologici. Mi ha chiamato per dirmi che la decisione non è definitiva"

Poi Di Maio ha spiegato:

"Per il turismo riteniamo che ci sia la necessità di regole uniformi per la mobilità per garantire viaggi sicuri e senza interruzione ai cittadini europei. Da oggi inizio una serie di incontri con i miei colleghi ministri degli Esteri di Paesi Ue. Venerdì sarò in Germania, sabato in Slovenia e martedì in Grecia. L'obiettivo è quello di mostrare a tutti che l'Italia è pronta ad accogliere turisti stranieri, in sicurezza e con la massima trasparenza dei dati. Accogliere turisti significa mettere in moto la nostra economia. E dare la possibilità a commercianti, imprenditori, artigiani, albergatori di lavorare. Andiamo avanti con il massimo impegno. Coraggio"

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO