Istat: ad aprile crollano le vendite al dettaglio, tengono gli alimentari

istat vendite cibo

Secondo quanto emerge dall’ultimo rapporto Istat, ad aprile continua il calo verticale delle vendite al dettaglio: -10,5% rispetto al mese precedente. Decisivo il forte calo delle vendite dei beni non alimentari, che registra il -24%. L’Istat spiega il dato particolarmente negativo con la "chiusura di molte attività per l'intero mese a causa dell'emergenza sanitaria Covid-19".

Tiene il comparto alimentare con il cibo che registra ad aprile +0,6% rispetto a marzo. Il confronto annuo è però impietoso con un ribasso del 26,3%. Si salvano gli ecommerce, la soluzione che in molti hanno adottato durante il periodo di lockdown. "Il commercio elettronico - rileva ancora l’Istat - unica forma di vendita in crescita, mostra un'accelerazione" e su base annua ottiene un deciso aumento del +27,1%.

L’Istituto di Statistica sottolinea come ad aprile, sempre in termini tendenziali, il valore delle vendite al dettaglio diminuisce del 16,4% per la grande distribuzione, mentre per i piccoli negozi il calo è del 37,1%.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO