Mancata zona rossa a Nembro e Alzano. Venerdì il premier Conte dai pm di Bergamo

Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e i ministri della Salute Roberto Speranza e dell'Interno Luciana Lamorgese sono stati convocati come persone informate sui fatti dai pm di Bergamo che stanno indagando sulla mancata zona rossa nei comuni di Nembro e Alzano Lombardo, in provincia di Bergamo, nelle prime settimane dell'epidemia di COVID-19.

Il premier sarà sentito dai pm venerdì prossimo, come confermato oggi dallo stesso Conte:

Riferirò venerdì, doverosamente. Le cose che dirò al pm, le dirò al pm non posso anticiparle: riferirò doverosamente tutti i fatti di mia conoscenza. Non sono affatto preoccupato.

L'istituzione di una zona rossa in quei due comuni, epicentro del focolaio della Valle Seriana, avrebbe certamente limitato il diffondersi dell'epidemia di COVID in quell'area. La Regione Lombardia e il governo avevano entrambi la possibilità di istituirla, ma nessuno si assunse la responsabilità di farlo in un rimpallo di accuse su cui i pm di Bergamo vogliono fare chiarezza.

A chi spettava davvero istituire la zona rossa nei due comuni? I pm di Bergamo hanno già sentito il Presidente dell'Istituto Superiore di Sanità, Silvio Brusaferro, anche lui come persona informata sui fatti e, la settimana scorsa, anche il Presidente della Lombardia Attilio Fontana e l'assessore al Welfare Giulio Gallera.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO