Mattarella ai giovani: "Nuove idee sono richieste per rispondere a sfide inattese"

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha partecipato oggi in videoconferenza all'iniziativa "QualeFuturo" che si inserisce nella maratona digitale dei “Visionary Days", l'evento che ogni anno raduna giovani dai 14 ai 35 anni con l'obiettivo di mettere a disposizione le loro idee per progetti futuri.

Per l'evento di quest'anno, rigorosamente online, il Capo dello Stato ha parlato di come le trasformazioni politiche e sociali degli ultimi decenni abbiano affievolito i canali tradizionali di partecipazione dei cittadini alla vita pubblica. La tecnologia, in parallelo, ha fornito nuovi strumenti di partecipazione attiva.

Una preziosa iniziativa, innovativa, con cui i giovani dialogano in prima persona con il mondo delle istituzioni, con le loro prospettive, speranze, difficoltà.
Le quattro aree di confronto - pianeta, partecipazione, incontro e percorsi - sono di importanza primaria. E viene, semmai, da chiedersi se esse siano oggi realmente parte centrale del dibattito politico.
Le grandi trasformazioni politiche e sociali, intervenute negli ultimi decenni, hanno in qualche modo affievolito i canali tradizionali di partecipazione dei cittadini alla vita pubblica. Un divario sempre più evidente che è stato in parte surrogato dalla massiccia presenza dei nuovi mezzi di comunicazione fondati sull’utilizzo del web; che, peraltro, non ha ancora trovato un punto adeguato di maturazione.

L'Italia, ha spiegato Mattarella, sta affrontando un difficile periodo di riflessione e di impegno e mai come in questo momento c'è bisogno di idee e proposte.

Ci si interroga su come il Paese possa imboccare, in questa fase di ricostruzione, strade più moderne e insieme più rispettose delle risorse naturali, per modelli di vita che vedano le persone, al centro degli sforzi di crescita della nostra società e di quella che disegneremo.
Non sono esercizi facili. L’esplorazione in atto delle proposte di forze economiche, sociali e culturali dell’Italia, in corso a partire da questi giorni, deve saper approdare a risultati concreti. Per trarre dalla difficile esperienza vissuta in questi mesi una spinta per recuperare il meglio di noi stessi.

Rivolgendosi ai giovani collegati in videoconferenza, il Capo dello Stato ha elogiato l'evento e il suo obiettivo:

Mai come oggi è vero che il futuro è già qui, è già cominciato. Ne è testimonianza questa stessa assemblea, che voi componete, e non soltanto per le fasce di età che sono rappresentate in questa vostra assemblea. A ogni generazione toccano in sorte tempi, e prove, diversi. [...] La storia dell’umanità è scandita da successi, da crisi, da ripartenze. Queste ultime sono complesse, faticose ma per molti versi anche stimolanti.
È un dovere far sì che il nostro, e soprattutto vostro, domani sia migliore in termini di occupazione, di qualità della vita e dell’ambiente, di crescita dei diritti e della conoscenza, di pace e di integrazione tra i popoli.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO