Facebook e Twitter contro Trump: via gli spot con simboli nazisti

trump facebook censura

Facebook rimuove alcuni spot elettorali di Donald Trump. Il presidente degli Stati Uniti d’America ha avviato una campagna mediatica socia attraverso alcuni spot elettorali che contengono simboli nazisti e di istigazione all’odio secondo le regole del social network. Per questo motivo, anche Twitter si è mosso nuovamente contro il numero uno della Casa Bianca facendo comparire sotto un suo post: "Contenuto multimediale manipolato".

Per una delle sue campagne elettorali su Twitter, lo staff di Trump aveva infatti manipolato un video molto popolare sui social network, ovvero quello in cui un bambino bianco e uno nero corrono l’uno verso l’altro abbracciandosi. Nella versione modificata del filmato, il bimbo bianco corre verso un bimbo nero che si allontana. "Bambino terrorizzato fugge da bambino razzista", il testo di accompagnamento alla clip.

Trump: lo spot con il triangolo rosso rovesciato

Su Facebook, invece, sono apparsi spot del Team Trump in cui si parlava di "pericolosi gruppi di estrema sinistra" attraverso l’uso di un triangolo rosso capovolto, ovvero il simbolo usato dai nazisti per i prigionieri politici. "Non permettiamo simboli che rappresentano organizzazioni e ideologie ispirate all'odio senza che siano contestualizzati o oggetto di condanna", il commento del social network di Mark Zuckerberg. Il comitato elettorale del presidente USA si è difeso affermando che il triangolo rosso capovolto è semplicemente "un simbolo usato dagli Antifa".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO