EasyJet e la doppia gaffe con la Calabria, dai pochi turisti per mafia e terremoti ai paesaggi alpini…

Reazioni anche dal mondo della politica. Il ministro Provenzano: “Chieda scusa alla Calabria e all’Italia”.

Gaffe di EasyJet sulla Calabria

La compagnia aerea easyJet ha commesso una doppia gaffe con la Calabria. Prima ha scritto che è una regione che “soffre di un’evidente assenza di turisti a causa della sua storia di attività mafiosa e di terremoti”, poi che gode di paesaggi “montani e alpini”, nonostante le alpi siano molto lontane dal territorio calabrese.

Il ministro per il Sud Giuseppe Provenzano ha subito reagito dicendo che easyJet deve chiedere scusa alla Calabria, ma anche a tutta l’Italia ed è stato preso in parola, perché le scuse, in effetti, ci sono state.

La compagnia, infatti, ha replicato: “Ci dispiace molto se queste parole hanno offeso qualcuno”. Poi ha annunciato che sarà condotta un’indagine interna “per capire come questo possa essere accaduto e fare in modo che non succeda più in futuro”, ma ha anche provato a giustificarsi dicendo che l’intento originale voleva essere nobile perché mirava a “sottolineare quanto la Calabria sia sottovalutata all’estero da un punto di vista turistico”. EasyJet ha poi sottolineato che questa regione è per la compagnia un territorio strategico, “voliamo a Lamezia da Milano, Ginevra e Basilea, contribuendo concretamente alla connettività della regione”.

Doppia gaffe di EasyJet con la Calabria

Il sottosegretario ai Beni e alle Attività culturali Anna Laura Orrico ha commentato:

“Se Easyjet pensa che l'aeroporto di Lamezia Terme sia l'ingresso di un luogo così pericoloso e poco attrattivo potrebbe sempre decidere di rinunciare ai profitti, degni di nota, che raccoglie fornendo, ricordiamolo, un servizio"

Tra le reazioni più accese c’è quella della deputata di Fratelli d’Italia Wanda Ferro, che ha chiesto alla Regione, che è guidata proprio dal suo partito con Jole Santelli, di “sospendere qualsiasi rapporto con la compagnia” e di pensare anche a eventuali richieste di risarcimento per il danno di immagine subìto.

L’assessore regionale al Turismo Fausto Orsomanso sembra condividere l’idea di chiedere il risarcimento danni e infatti ha detto:

“Rettificare notizie tanto false e lesive dell'immagine della regione è stato un atto doveroso, ma già oggi in giunta proporrò di valutare una richiesta di risarcimento danni”

E il Codacons ha annunciato di aver depositato una denuncia nei confronti di easyJet per diffamazione. Inoltre l’associazione di consumatori ha chiesto all’Antitrust di provvedere al sequestro del sito web della compagnia.

Per quanto riguarda la Presidente della Regione Jole Santelli, la sua reazione è arrivata per iscritto:

“La pseudo operazione di marketing sulla Calabria realizzata da EasyJet è offensiva, miope e ha un chiaro sapore razzista. Si potevano usare tante parole per descrivere la meraviglia e la straordinarietà di una regione unica al mondo, ma la compagnia inglese ha scelto le più becere e le più consunte, realizzando una pubblicità ingannevole che non è altro che una sommatoria di inqualificabili pregiudizi. Per questo ho immediatamente scritto una lettera di protesta alla compagnia”

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO