COVID-19, Ricciardi: "Prendere l'aereo? Non subito"

ricciardi vaccino italia

Gli spostamenti tra le Regioni d'Italia sono ripartiti ormai da settimane e la situazione sanitaria nel nostro Paese sembra sotto controllo. A breve si potrà riprendere ufficialmente a viaggiare anche in Europa, ma in tanti si stanno chiedendo quanto sia sicuro salire a bordo di un aereo durante una pandemia.

Walter Ricciardi, consigliere del Ministero della Sanità durante l'emergenza COVID-19, è convinto che sia ancora troppo presto per prendere in tutta sicurezza l'aereo, considerato anche che ad oggi non è previsto alcun distanziamento sociale, ma soltanto l'obbligo di indossare una mascherina e di cambiarla, per i viaggi più lunghi, ogni quattro ore.

Prendere un aereo? Negli Stati Uniti hanno intervistato oltre 500 colleghi epidemiologi facendolo loro questa domanda e la risposta della maggioranza è stata: 'forse, fra 6 mesi'. È un'esagerazione, ma di certo non è qualcosa da fare la prossima settimana.

La precisazione è arrivata durante la presentazione odierna del rapporto Rapporto Osservasalute 2019, stilato ogni anno dall'Osservatorio nazionale sulla salute nelle regioni italiane. Ricciardi si è anche detto meno positivo sulla cosiddetta seconda ondata dalla pandemia:

Tutti i virus respiratori ritornano in autunno da quando esiste l'uomo - ha ribadito - ogni anno c'è una stagione in cui a causa del freddo e della capacità del virus di riprodursi grazie ad alcune condizioni, queste infezioni ritornano. Se lo farà anche questo coronavirus? Lo conosciamo poco, ma siamo convinti di sì.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO