Zingaretti avvisa il M5S: "Basta tergiversare sul MES"

zingaretti mes m5s

Nicola Zingaretti fa un appello al Movimento 5 Stelle dalle colonne del Corriere della Sera: non c’è altro tempo da perdere sul Mes, ci sono risorse mai viste prima e l’Italia deve approfittarne subito. Il leader del Partito Democratico fa addirittura un elenco di 10 punti per invitare gli alleati di governo a rompere gli indugi, anche se la prima reazione, quella di Stefano Buffagni, viceministro M5S allo Sviluppo Economico, non è stata particolarmente accomodante.

"Chi sta governando l'Italia ha l'obbligo di non tergiversare, sul tavolo risorse per la Sanità mai viste", spiega Zingaretti nella lunga missiva inviata al Corsera. "Il sistema sanitario ha risposto ed è stato capace di uno sforzo immane. Ora però è il tempo di un salto nel futuro e di costruire un nuovo modello. L'attuale sistema di cura e presa in carico fondato su tre politiche distinte che spesso non comunicano (sanità, sociale e terzo settore) ha mostrato tutti i suoi limiti, non va più bene, è inadeguato", argomenta il governatore del Lazio, che propone dunque un nuovo "modello di integrazione delle politiche sanitarie e sociosanitarie".

Per attuarlo, però, servono ingenti risorse che il governo italiano può prendere appunto dal meccanismo europeo di stabilità: "Possiamo avere le risorse mai viste prima per fare quei grandi investimenti che ci permetteranno di migliorare la qualità dell'assistenza e della cura delle persone e, insieme, anche di dare un concreto impulso alla ripresa economica". La discussione all’interno della maggioranza è dunque aperto, ma il presupposto è che si abbandonino gli slogan contro il Mes utilizzati principalmente da Salvini e Meloni. "Le destre sono abituate a cavalcare i problemi e non a trovare soluzioni per risolverli", aggiunge Zingaretti, che poi si rivolge agli alleati del Movimento 5 Stelle. "Chi sta governando l’Italia ha il compito opposto, non possiamo permetterci di tergiversare. La danza immobile delle parole, slogan, furbizie lasciamoli alle destre, noi anche nel nostro partito dedichiamoci a dare risposte alle persone e ricostruire l’Italia uniti".

Buffagni: "Il PD pensi a spendere i soldi che già ci sono"

Non si è fatta attendere la replica dei pentastellati, affidata al viceministro Stefano Buffagni: "Il Mes? Il Pd dovrebbe prima spendere i soldi che i loro ministri hanno in portafoglio e che i loro presidenti di Regione hanno per la sanità e non stanno spendendo. Oltre i 16 miliardi che ci sono già per gli investimenti. Il Paese ha bisogno di spendere i soldi stanziati per far ripartire l'economia e non di fare campagna su uno strumento che è diventato una bandierina. Questo governo ha bisogno di un cambio di passo - replica sempre dalle colonne del Corsera - e di più coraggio. Superata la giusta fase di lockdown è necessario andare oltre, perché le condizioni del Paese ce lo impongono e ce lo consentono".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO