Conte: "Nessun gelo con Zingaretti. Forza Italia è il partito di opposizione più responsabile"

Sulle elezioni regionali: "Non trovare un'alleanza PD-M5S sarebbe una sconfitta per tutti". E sul Mes: "Valuteremo al termine del negoziato europeo".

Giuseppe Conte

Il Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte oggi ha rilasciato alcune dichiarazioni sui temi più scottanti del momento. In particolare gli è stato chiesto dei rapporti con il segretario del PD Nicola Zingaretti e lui ha spiegato:

"Ho letto di un gelo tra Zingaretti e Conte, ieri dovevamo vederci e non siamo riusciti, tant'e che abbiamo rinviato a oggi. Ma mi sono stupito di leggere di gelo. Sono d'accordo con Zingaretti, servono atti concreti"

Sulla sua maggioranza ha detto:

"La maggioranza è compatta, certo. Lavoriamo tutti i giorni, su vari fronti. Anche col decreto rilancio: è stato fatto un grandissimo lavoro. Abbiamo offerto in conversione tre manovre di bilancio. Ringrazio tutti i parlamentari che hanno lavorato con grandissimo impegno: è stato un lavoraccio. Se volete misurare la maggioranza misuratela sul lavoro concreto che ha fatto, non sui titoli astratti dei giornali"

E su un'alleanza PD-M5S alle elezioni regionali il Premier ha commentato:

"Possibile non trovare un momento di sintesi agli appuntamenti regionali? Sarebbe una sconfitta per tutti, anche per me, se non si trova un modo per fare un passo avanti. Basterebbe mettere da parte le singole premure"

Poi Conte ha parlato anche di Forza Italia, uno dei partiti di centrodestra che spesso ha delle aperture nei confronti del suo governo a differenza di Lega e Fratelli d'Italia:

"Forza Italia è la forza di opposizione che si sta distinguendo per un atteggiamento più costruttivo e anche più responsabile. Non vorrei offendere le altre forze di opposizione"

Il Premier ha parlato anche del Dl semplificazioni e ha spiegato:

"È il momento del coraggio: l'Italia non è disposta a fare passi indietro. Non possiamo concederci di mancare questo appuntamento storico per l'Italia. Tutti dobbiamo osare. Non possiamo accettare il principio per cui non facciamo per paura di infiltrazioni"

E per quanto riguarda invece il Mes, uno degli argomenti più dibattuti delle ultime settimane, Conte ha commentato:

"Sul Mes è legittimo in questo momento aprire un dibattito pubblico e esprimere varie sensibilità. Ci sarà un momento in cui avremo completato il negoziato europeo e quando lo avremo completato formuleremo tutte le valutazioni"

Foto © Palazzo Chigi Licenza CC BY-NC-SA 3.0 IT

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO