DL Semplificazioni approvato di notte "salvo intese". Stilata una lista di opere pubbliche da sbloccare

Gli appalti avranno una corsia preferenziale. Le opere potranno anche essere commissariate. Si applicherà il "modello Genova".

Governo Conte approva Decreto Legge Semplificazioni

Il Consiglio dei Ministri ha approvato il testo del Decreto legge "Semplificazioni" ma con riserva, questo significa che potrà ancora essere modificato. Il vertice è cominciato con due ore di ritardo ed è andato avanti fino a notte fonda, concludendosi solo dopo le 4 del mattino. I nodi principali su cui la discussione è andata avanti per circa sei ore sono stati le deroghe alle norme sugli appalti e sulle opere pubbliche da commissariare e l'abuso d'ufficio.

In particolare, sull'abuso d'ufficio è Italia Viva ad esprimere la sua riserva, ma l'obiettivo sarebbe quello di circoscrivere i margini di responsabilità ed elencare ipotesi e violazioni che fanno scattare il penale, riducendo la rilevanza della discrezionalità di pubblici ufficiali e incaricati di un pubblico servizio.

Lunga anche la discussione sulla lista di opere che potranno essere affidate a dei commissari nominati con Dpcm da adesso fino alla fine dell'anno. La lista, tuttavia, non è riportata nel testo del decreto, ma in un allegato adottato insieme al Programma nazionale di riforma.

Gli appalti di queste opere potranno avere una corsia preferenziale secondo quello che è stato ribattezzato "modello Genova" e che ha portato alla ricostruzione del Ponte Morandi in tempi stretti (poco meno di due anni).

Fonti di Palazzo Chigi hanno comunque fatto capire che il "salvo intese" con cui è stato approvato il DL "Semplificazioni" riguarda solo pochi aspetti tecnici e non politici e dunque i ministri hanno trovato l'accordo politico su tutto.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO