Autostrade, Renzi controcorrente: "Basta slogan. La soluzione c'è, ma non è la revoca"

Mentre il Premier Conte sembra intenzionato a voler revocare le concessioni autostradali ad Aspi, Matteo Renzi preme per un'altra soluzione.

renzi conte perplesso moriremo fame

Matteo Renzi, tramite Facebook, ha ribadito la sua posizione sulla questione Autostrade e ha proposto la sua soluzione, ben diversa da quella che sembra intenzionato a prendere il governo Conte, ossia una possibile revoca delle concessioni ad Autostrade per l'Italia. Secondo il leader di Italia Viva, invece, la strada da seguire sarebbe quella di un intervento di Cassa depositi e prestiti. Sulla sua pagina, infatti, Renzi ha scritto:

"I populisti chiedono da due anni la revoca della concessione ad Autostrade. Facile da dire, difficile da fare. Perché se revochi senza titolo fai un regalo ai privati, ai Benetton, ai soci e apri un contenzioso miliardario che crea incertezza, blocco cantieri, licenziamenti. Questa è la verità. A dire la verità si perdono forse punti nei sondaggi, ma si salvano le nuove generazioni da miliardi di debiti"

E poi ha spiegato qual è secondo lui la soluzione:

"La strada è un'altra. Se proprio lo Stato vuole tornare nella proprietà, l'unica possibilità è una operazione su Atlantia con un aumento di capitale e l'intervento di Cdp (Cassa depositi e prestiti). Operazione trasparente, società quotata, progetto industriale globale. Non ci sono alternative serie e credibili. Il populismo urla slogan, la politica propone soluzioni"

Spetterà dunque alle ministre di Italia Viva Teresa Bellanova ed Elena Bonetti far valere la posizione di Renzi in seno al governo durante il Consiglio dei Ministri fissato per domani proprio per discutere la proposta presentata da Aspi all'esecutivo Conte 2.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO