Nubifragio a Palermo, Orlando: "Esposto contro la Regione. E Salvini fa sciacallaggio". La replica di Musumeci

La bomba d'acqua di ieri è diventata un caso politico.

Leoluca Orlando

Il temporale di ieri a Palermo ha portato molte nubi, non solo sulla città, ma su tutta la Regione e il giorno dopo la paura, mentre procede ancora la conta dei danni, si fa sempre più aspra la polemica politica. Mentre il temporale era ancora in corso ieri, Matteo Salvini leader della Lega si è scagliato contro il sindaco Leoluca Orlando dicendo che "pensa solo ai migranti e non ai palermitani". Oggi è arrivata la replica di Orlando:

"In questo momento abbiamo bisogno di tutto tranne che di atti di sciacallaggio e questo è sciacallaggio. Io chiedo rispetto per lo stato di sofferenza della città in questo momento"

Ma non basta, perché Orlando passa al contrattacco tirando in ballo la Regione Sicilia che è guidata da un uomo di centrodestra come Nello Musumeci, ma prendendosela in particolare con una e assessore, Vania Contraffatto, che ha guidato l'assessorato all'ambiente dal 2014 al 2017 e ora lavora al Ministero della Giustizia:

"Dal 2014 al 2017 non ha fatto alcun atto per interventi per Il collettore Sud orientale e Fondo verde"

Ha detto il sindaco, che ha aggiunto:

"Già 2014 il Comune ha presentato un esposto contro i comportamenti della Regione e il governo nazionale che non avrebbero consentito l’utilizzo di risorse. Esposto rimasto nei cassetti. Nel 2017 cessava il commissariamento e due professori hanno aggiudicato la gara poi sospesa per due ricorsi al Tar. Ma non risulta essere stato fatto nulla. Sul dissesto idrogeologico sempre da anni, già dal 2014, si è provveduto a commissariare il comune che non ha alcuna competenza, chiederemo che ci sia inchiesta della Procura per omissioni e abuso di atto d’ufficio perché non si sono fatte le opere"

Intanto è arrivata anche la replica di Musumeci:

"Le bombe d’acqua non si possono mai prevedere. La verità è che in Sicilia, e non solo a Palermo, i centri urbani pagano lo scotto di devastanti speculazioni. La rete idrica sotto terra e in superficie a Palermo risente di questo tragico passato"

Il governatore della Sicilia ha poi aggiunto:

"Bisogna avviare un serio piano di prevenzione nei confronti dei cittadini che devono sapere come comportarsi in casi simili. Bisognerebbe cominciare dalle scuole perché i cambiamenti atmosferici ci impongono un rapporto diverso con le calamità. Ma è necessario anche rivedere la rete di smaltimento delle acque. Si sa che sotto quel ponte ogni volta che piove in maniera abbondante si determina un deposito di acqua. Se si interviene si riesce a evitare che l’accumulo di acqua possa diventare un pericolo per i cittadini"

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO