Scuola, sindacati smentiscono Azzolina: "Non ci sono le condizioni per il rientro a settembre"

Cgil: temiamo che torni la didattica a distanza

Lucia Azzolina rientro a scuola settembre

La Flc Cgil e altri sindacati del comparto scuola smorzano l’entusiasmo sul rientro in presenza manifestato dalla ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina, secondo cui il 14 settembre si potrà tornare tra i banchi. "I genitori stiano tranquilli", ha detto l’esponente pentastellata. In realtà secondo i sindacati c’è davvero poco da stare sereni, mancano spazi e risorse.

"Le condizioni per riaprire le scuole in presenza non ci sono: è inutile continuare a raccontare che le cose vanno bene, bisognerebbe essere onesti" perché ad oggi non ci sono le basi per riprendere la "pienezza della relazione educativa che può essere assicurata solo dalla didattica in presenza" affermano i sindacati di categoria.

Il segretario della Cgil scuola Francesco Sinopoli spiega che: "A causa del ritardo con cui è iniziato il confronto e per la scarsità delle risorse, la situazione delle scuole è drammatica. I dirigenti scolastici sono a caccia di spazi, serve un organico straordinario che al momento non c'è. Temiamo il ritorno della didattica a distanza".

Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals e Gilda, durante una conferenza stampa web, chiedono che venga intavolato un efficace coordinamento tra i diversi soggetti istituzionali per la predisposizione di spazi, per la programmazione degli orari, per le immissioni in ruolo, per le graduatorie d’istituto e le supplenze. Senza queste attività propedeutiche non sarà possibile far rientrare gli studenti in classe.

Il problema nuovo e numero uno è quello della rimodulazione degli spazi: "Le scuole non hanno gli strumenti per farsene carico con il loro Dirigente Scolastico, possono segnalare l’eventuale fabbisogno di ulteriori spazi per ridurre il numero degli alunni per classe, ma oltre non possono andare. Interventi di ampliamento-adattamento devono essere in capo agli enti locali, cui spetta anche reperire e destinare le risorse necessarie". Si attende la replica del ministro.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO