Tasse: beffa per imprese e partite Iva, niente proroga scadenze oltre 20 luglio

tasse imprese partite iva 20 luglio

Dopo lo slittamento dal 30 giugno al 20 luglio, non ci saranno ulteriori rinvii per le scadenze delle tasse di imprese e partite IVA. Nonostante il lockdown che ha messo in ginocchio l’economia italiana, spiega il sottosegretario all'Economia Alessio Villarosa, un nuovo slittamento "inciderebbe, secondo gli uffici, sull'elaborazione delle previsioni delle imposte autoliquidate della Nota di aggiornamento al DEF che, come noto, deve essere presentata al Parlamento entro la fine del mese di settembre".

Insomma, una brutta botta per chi sta cercando di ripartire con tanti sacrifici e in mezzo a mille difficoltà. Dopo la proroga dal 30 giugno al 20 luglio, sembrava fosse possibile un ulteriore slittamento al 30 settembre per dare respiro alle imprese. Niente da fare, entro due giorni, dunque, dovranno essere versati acconti per l’anno 2020 e saldi 2019 delle imposte sui redditi in autoliquidazione. Previsto un flusso di cassa per lo Stato di 8,4 miliardi.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO