Salvini, “L’accordo firmato da Conte è un super Mes. Oggi tutti eurofelici, ma soldi vanno restituiti”

Il leader della Lega è molto critico con l’accordo raggiunto a Bruxelles.

Matteo Salvini è il più critico per l’accordo raggiunto dal Premier Giuseppe Conte a Bruxelles la notte scorsa, tanto da aver definito il Ricoveri Fund una sorta di “super Mes”. Il leader della Lega infatti ha commentato:

“Questo piano doveva essere la salvezza dell'Europa? Ma se i soldi arrivano non prima di aprile-maggio 2021, nei mesi prossimi cosa facciamo?”

Poi ha spiegato che il centrodestra andrà da Conte per “difendere gli interessi degli italiani” e che la Lega, in particolare, fare “da cane da guardia”, “da santo protettore degli italiani sul fronte lavoro, pensioni, sanità e sicurezza” e chiederà al Premier delle garanzie affinché il prestito non si traduca in manovre “lacrime e sangue per gli italiani”. Su Forza Italia che appoggia l’accordo raggiunto da Conte ma ritiene necessario anche il ricorso al Mes, Salvini ha detto solo che il partito di Silvio Berlusconi “ha fatto la sua scelta”.

Tornando sull’accordo raggiunto a proposito del Recovery Fund, Salvini ha aggiunto:

"Sono soldi che andranno restituiti. Oggi sono tutti eurofelici, ma tornino sul pianeta terra... Tutti eurofelici, e il più contento è Monti. Sono soldi in cambio di tagli e sacrifici"

Salvini è anche convinto che questo accordo costringerà a un ritorno alla Legge Fornero e a nuove tasse sulla casa, perché si tratta di soldi, anche quelli a fondo perduto, che andranno restituiti e perciò lui giudica l’accordo, da parte dell’Italia, come “una resa senza condizioni alla Commissione”.

L’euforia per l’accordo di stanotte è, secondo Salvini, una “eurosbornia”, e sostiene:

"Intanto gli otto miliardi chiesti alle partite Iva non potranno essere prorogati, era tutto quello che chiedevano, una proroga a settembre... Come si fa, al tempo stesso, a festeggiare, e a estorcere 8 miliardi alle partite Iva?"

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO