Cdm approva scostamento di bilancio da 25 miliardi. Nessuna decisione su proroga dello Stato di emergenza

Il governo chiederà poi l’autorizzazione al Parlamento.

Governo Conte approva Decreto Legge Semplificazioni

Il Consiglio dei Ministri di ieri sera ha approvato lo scostamento di bilancio di 25 miliardi per il quale chiederà ora l’autorizzazione al Parlamento. In particolare, il ricorso all’indebitamento sarà di:
- 25 miliardi di euro nel 2020;
- 6,1 miliardi nel 2021;
- 1,0 miliardi nel 2022;
- 6,2 miliardi di euro nel 2023;
- 5,0 miliardi di euro nel 2024;
- 3,3 miliardi nel 2025;
- 1,7 miliardi dal 2026.

Dunque, al netto delle amministrazioni pubbliche, il nuovo livello di indebitamento sarà fissato all’11,9% del PIL nel 2020 e il debito pubblico si attesterà al 157,6% del PIL.

La ministra del Lavoro Nunzia Catalfo su Twitter ha commentato:

“Rifinanziamento della cassa integrazione, incentivi per le nuove assunzioni e potenziamento del fondo nuove competenze. Con la parte più consistente dei 25 miliardi dello scostamento di bilancio approvato in Cdm, diamo ulteriore carburante alle imprese e più tutele ai lavoratori”

Non sono state invece prese decisioni ufficiali per quanto riguarda ala proroga dello stato di emergenza per il coronavirus, che scade il 31 luglio.

Molto probabilmente già a inizio settimana il Premier Giuseppe Conte passerà in Parlamento per affrontare la discussione e poi prendere una decisione.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO