Covid e stato di emergenza: Conte alla Camera il 29 luglio

Per il governatore campano De Luca si è già in ritardo. Per Salvini non c’è più nessuna emergenza

stato di emergenza conte-alla-camera

Sulla situazione Covid in Italia il premier Giuseppe Conte riferirà nell'Aula della Camera il prossimo 29 luglio alle ore 9.30. La data delle comunicazioni del presidente del Consiglio in merito allo stato di emergenza e al contrasto dell'epidemia è stata decisa oggi pomeriggio dalla conferenza dei capigruppo di Montecitorio.

La ventilata proroga dello stato di emergenza, con il capo del governo che nelle scorse settimane aveva parlato di allungarlo fino al 31 dicembre, divide opinione pubblica e partiti.

Per il governatore campano Vincenzo De Luca si è già in ritardo "rispetto all'assoluta necessità di prorogare lo stato di emergenza. Se il clima del Paese rimane quello che abbiamo oggi, di totale rilassamento e deresponsabilizzazione noi non arriviamo neanche a settembre. Dovremo governare un periodo transitorio, di qui alla primavera finché non avremo la disponibilità del vaccino. Il presupposto per governare questa transizione è la responsabilità dei cittadini e il controllo rigoroso delle frontiere. A oggi non abbiamo né l'una né l'altra condizione e dobbiamo rendere in qualche misura obbligatorio l'uso delle mascherine".

Di parere opposto il leader della Lega Matteo Salvini secondo cui: "Non c'è un'emergenza sanitaria in corso, chi vuole prorogare lo stato di emergenza è un nemico dell'Italia. Noi non li facciamo uscire dall'Aula, ci stanno loro chiusi, gli italiani meritano respiro e libertà. Ieri non hanno deciso in Cdm, se vogliono questo non esiste, non c'è motivo".

Lo stato di emergenza proclamato a fine gennaio scadrà il 31 luglio.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO