'ndrangheta, 6 latitanti catturati tra Albania, Costa Rica e Argentina

Un maxi blitz internazionale contro la 'ndrangheta e il narcotraffico ha portato nelle ultime ore all'arresto di sei latitanti illustri tra Argentina, Costa Rica e Albania.

L'operazione, condotta dallo Scico della Guardia di Finanza di Roma e dal Gico della Guardia di Finanza di Reggio Calabria, in collaborazione con la Direzione centrale dei servizi antidroga e coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria, si era conclusa nel novembre 2019 con 45 misure cautelari per associazione a delinquere di stampo mafioso, traffico internazionale di stupefacenti, detenzione illegale di armi.

In questi mesi, però, l'attività investigativa è proseguita con l'obiettivo di rintracciare alcune delle figure chiave emerse durante le indagini, tutte legate alla cosca di 'ndrangheta riconducibile ai Bellocco di Rosarno e le sue ramificazioni all'estero, dall'Argentina al Costa Rica.

A finire in manette a Buenos Aires sono stati Ferdinando Saragò, ritenuto uomo di fiducia della 'ndrangheta e punto di riferimento in Argentina, e Giovanni Di Pietro, ponte tra le cosche italiane e i narcotrafficanti sudamericani e impegnato i prima persona nell'esportazione di droga verso l'Italia. Sono scattate le manette in Argentina anche per Fabio Pompetti, il mago dell'elusione dei controlli doganali.

In Costa Rica, invece, è stato arrestato Franco Jacò D’Agapiti, il cui compito sarebbe stato quello di agevolare l'ingresso della cocaina in Italia. Bujar Sejdinaj, punto di riferimento della 'ndrangheta per l'area dei Balcani, è stato rintracciato ad arrestato a Tirana, in Albania.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO