Azzolina: "Basta polemiche, il 14 settembre si torna a scuola"

La Ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina è certamente uno dei ministri più criticati di questa legislatura, ma molte delle polemiche mosse nei suoi confronti, fomentate dal centrodestra e in modo particolare dal leader della Lega Matteo Salvini, sono legate a disinformazione e alla chiusura anticipata delle scuole, causa pandemia di COVID-19.

Una decisione difficile che, visto quando è accaduto e sta continuando ad accadere in altri Paesi del Mondo, si è rivelata quella giusta. Ora le nuove polemiche sono legate al ritorno a scuola a settembre e anche qui a fomentarle è in modo particolare la propaganda dell'opposizione. La data di ritorno a scuola è già stata fissata, 14 settembre 2020, ma si continuano a trovare appigli per criticare l'operato del MIUR.

Oggi la ministra Azzolina, intervenuta ad Agorà su RaiTre, ha puntato il dito contro la propaganda di Salvini & Co:

Il 14 settembre si tornerà a scuola. Con maggioranza si lavora insieme, dalle opposizioni meno propaganda c'è e più faremo contente le famiglie. Le polemiche sui banchi? Abbiamo chiesto ai dirigenti scolastici di dirci di quale tipologia di banco hanno bisogno: la gara sarà europea, vedremo quali aziende parteciperanno. Lasciateci lavorare: meno polemica perché non serve e terrorizza le famiglie.

La situazione scuola è tutt'altro che perfetta. Da un lato stiamo vivendo un periodo di pandemia che rende tutto più complesso e lento, con la sicurezza che non è mai stata così prioritaria. Dall'altro lato, però, bisogna anche fare i conti con decenni di tagli e mancata priorità dell'istruzione e della scuola. Impossibile fare miracoli e lanciare polemiche quotidiane sulla base di indiscrezioni e voci non confermare non fa che creare ulteriore confusione, generare malcontento e rendere ancor più complessi i lavori in corso.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO