COVID-19, Speranza: "Il quadro internazionale peggiora. Dobbiamo tutelare l'Italia"

I nuovi casi di COVID-19, in Italia e nel resto dell'Europa, iniziano a destare più di una preoccupazione. Ora che la circolazione è ripesa più o meno senza limitazioni, i singoli Paesi stanno applicando delle restrizioni per chi arriva da determinati Paesi. L'Italia lo ha fatto di recente con la Romania e la Bulgaria, imponendo la quarantena a chi arriva da quei Paesi.

La Francia, che pure sta vedendo leggermente risalire i casi di COVID-19, ha deciso di disporre la quarantena per tutti i cittadini in arrivo dalla Spagna e di sconsigliare i viaggi in Norvegia. Il Belgio ha iniziato a rallentare con le riaperture dopo un aumento dei casi, mentre la Germania sta valutando i test obbligatori per i cittadini che rientrano del Paese dopo aver visitato le destinazioni considerate più a rischio.

In Spagna, invece, si teme l'arrivo di una seconda e violenta ondata. Se 8 comuni alle porte di Barcellona sono temporaneamente in lockdown, per l'intera regione della Catalogna si è deciso, al momento, di richiudere i locali notturni e i bar aperti fino a tardi, nel tentativo di limitare la cosiddetta movida. Ad oggi la Spagna sta registrando circa 900 nuovi casi al giorno, numeri che non si vedevano da settimane.

Il Ministro della Salute Roberto Speranza oggi ha così commentato l'aumento di casi di COVID-19 in Europa e nel resto del Mondo:

Il numero di nuovi casi nel mondo continua a crescere in modo preoccupante. Ieri sono stati registrati 284.196 positivi in più in sole 24 ore. Dobbiamo tutelare il nostro Paese dentro un quadro internazionale che sta peggiorando. Viviamo in un solo pianeta. Questa battaglia si vince con determinazione e solidarietà.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO