Spagna: "Siamo un Paese sicuro per gli spagnoli e i turisti"

Il governo spagnolo non sta accettando di buon grado le nuove limitazioni imposte dal Regno Unito ai cittadini che arrivano dalla Spagna. Da ieri, infatti, il governo di Boris Johnson, visto il preoccupante aumento dei casi di COVID-19 in Spagna, ha stabilito un periodo di quarantena di 14 giorni per chiunque, turisti o cittadini britannici, che arriveranno nel Regno Unito da una qualsiasi parte della Spagna.

La mossa di Londra non è affatto piaciuta al governo di Pedro Sánchez, che oggi ha replicato tramite la Ministra degli Esteri Arancha Gonzalez Laya, temendo che altri Paesi decidano di seguire l'esempio di Boris Johnson:

La Spagna è sicura, è sicura per gli spagnoli, è sicura per i turisti.

Secondo la ministra Gonzalez Laya, infatti, al di là del numero crescente di contagi nel Paese, i nuovi focolai sono concentrati in tre aree del Paese - Barcelona, Lleida e Saragozza - e tutto sarebbe sotto controllo, così come in tutti gli altri Paesi europei:

Metà delle persone positive al COVID in Spagna sono asintomatiche, e questo ci dà una chiara indicazione degli enormi sforzi che si stanno facendo in tutte le regioni della Spagna per testare i cittadini per il COVID. Una volta identificati vengono sottoposti a rigide misure di distanziamento sociale.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO