Spagna, mascherina obbligatoria a Madrid e chiusura anticipata dei locali

La situazione COVID-19 in Spagna è in lento e costante peggioramento e se a preoccupare in modo particolare sono alcune regioni specifiche - Catalogna, Navarra e Aragona - anche Madrid ha deciso di agire con tempestività rendendo obbligatoria la mascherina in pubblico in qualsiasi circostanza, sia che ci si trovi al chiuso che all'aperto.

Non solo. Le autorità di Madrid hanno deciso di imporre nuove limitazioni ai locali notturni, fissando l'orario di chiusura per l'1 di notte, e limitare gli assembramenti davanti ai ristoranti ad un massimo di 10 persone. Lo stesso vale per gli incontri privati al chiuso: la raccomandazione è di non ritrovarsi in più di 10 persone.

Ad oggi la Spagna, complici gli importanti focolai tra la Catalogna e l'Aragona, ha visto salire i casi di COVID-19 nelle ultime due settimane con un'incidenza di 47.2 casi ogni 100mila persone - in Italia siamo fermi a 5.1 - anche se il tasso di mortalità resta inferiore a quello del nostro Paese (0.2 persone ogni 100mila persone contro lo 0.1 della Spagna e l'1.4 del Regno Unito).

Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 6.361 nuovi casi di COVID-19, mentre per 349 persone si è reso necessario il ricovero in ospedale negli ultimi 7 giorni, 12 delle quali in terapia intensiva.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO