Senato approva proroga stato di emergenza fino al 15 ottobre, 157 sì

Giuseppe Conte con la mascherina

AGGIORNAMENTO ORE 21:00 - Il Senato ha approvato con 157 sì la mozione della maggioranza che proroga lo stato di emergenza fino al 15 ottobre. Sono stati 125 i voti contrari, tra cui i senatori del M5S Crucioli e Ciampolillo in dissenso con il proprio partito; 3 gli astenuti.

Conte in Senato per la proroga dello stato di emergenza

Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte si è recato questo pomeriggio al Senato per quelle che in mattinata erano stata definite "comunicazioni su ulteriori iniziative relative all'emergenza COVID". Dopo ore di discussioni sulla proroga dello stato di emergenza in Italia, al momento in scadenza il 31 luglio 2020, la nuova data decisa oggi dal Consiglio dei Ministri è il 31 ottobre 2020.

La dichiarazione dello Stato di emergenza è prevista dal codice di protezione civile: la legittimità di queste previsioni è stata vagliata positivamente dalla Corte Costituzionale. Costituisce il presupposto per l'attivazione di una serie di poteri e facoltà necessari per affrontare con efficacia e tempestività le situazioni emergenziali. Tra i poteri fondamentale è il potere di ordinanza, che consente norme in deroga a ogni disposizione vigente, nei limiti indicati dalla dichiarazione di emergenza e nel rispetto dei principi generali dell'ordinamento giuridico e dell'Unione Europea.

La proroga dello stato di emergenza in Italia per la pandemia di COVID-19, che trova un muro da parte dell'opposizione, significa permettere all'esecutivo di Conte di varare misure urgenti come i DPCM senza passare per il Parlamento - come accaduto durante la fase più acuta dell'emergenza - ma anche acquistare il materiale necessario per la riapertura della scuola a settembre (mascherine, gel disinfettate, ma anche banchi) con appalti agevolati.

Lo stato di emergenza permetterà anche ai dipendenti pubblici e privati di poter continuare con lo smart working fino alla scadenza dello stato di emergenza e all'Italia di limitare gli ingressi, per motivi sanitari, dai Paesi ritenuti a rischio.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO