Esplosioni Beirut, 70 morti. Di Maio: "Vicini ad amici libanesi" | Guerini: "Nostro militare ferito in modo lieve"

Luigi Di Maio salvini ora ha paura

Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio esprime la solidarietà del nostro Paese al Libano dove oggi, a Beirut, si sono verificate due forti esplosioni: "L'Italia è vicina agli amici libanesi in questo momento tragico. I nostri pensieri vanno alle famiglie delle vittime, a cui esprimiamo il nostro profondo cordoglio, e alle persone ferite, a cui auguriamo una pronta guarigione".

Il ministro della Difesa Lorenzo Guerini ha raggiunto al telefono il generale Di Stasio, comandante del contingente italiano in Libano, e il generale Antoci, comandante della missione bilaterale di addestramento: "Un nostro militare è rimasto lievemente ferito. A lui e ai suoi familiari va la mia solidarietà e vicinanza, così come a tutti i militari italiani in Libano".

Guerini precisa quindi che non sono due i militari italiani feriti, come riportato inizialmente da alcune agenzie. Il militare sarebbe rimasto leggermente ferito a un braccio. Si aggrava intanto la conta delle vittime, che sono almeno 70 secondo l’ultimo aggiornamento del ministero della Sanità libanese, 3.000 i feriti. Gli ospedali sono al collasso, diversi dei feriti che possono essere trasportati vengono trasferiti fuori città, a Tripoli.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO