COVID-19 in Grecia, gli esperti: "La seconda ondata è formalmente arrivata"

Possiamo dire che la Grecia è formalmente entrata nella seconda ondata dell'epidemia. Questo è il momento in cui possiamo vincere o perdere la battaglia.

A parlare è l'epidemiologo greco Gkikas Magiorkinis, uno dei massimi esperti di malattie infettive del Paese, che dalle pagine del Guardian ha commentato la crescita dei contagi in Grecia negli ultimi giorni. Domenica scorsa, infatti, sono stati registrati 203 nuovi casi di COVID-19, il massimo mai registrato in Grecia dall'inizio dell'epidemia ad oggi.

Il dato più alto in Grecia era stato registrato il 21 aprile scorso, quando in 24 ore erano stati accertati 156 nuovi casi. Da quel giorno i nuovi positivi erano nell'ordine dei 5-15 al giorno, con picchi di 50 casi in almeno tre diverse occasioni.

Negli ultimi giorni, invece, l'aumento sta destando qualche preoccupazione, al punto da spingere Gkikas Magiorkinis ad ipotizzare l'arrivo di misure restrittive nelle zone più colpite:

A meno che non ci sia un cambiamento nel trend che stiamo vedendo proporremo misure come quelle che abbiamo visto a Poros.

L'epidemiologo si riferisce alla piccola isola greca, Poros, in cui le autorità locali, dopo un preoccupante aumento dei contagi, hanno deciso di imporre la chiusura dei locali dalle 23 alle 7, la sospensione di tutti gli eventi pubblici e l'obbligo di indossare mascherine anche all'aperto.

Questo lo storico della Grecia negli ultimi giorni:


  • 11 agosto 2020: 193 nuovi casi e 1 decesso

  • 10 agosto 2020: 126 nuovi casi e 1 decesso

  • 9 agosto 2020: 202 nuovi casi e 1 decesso

  • 8 agosto 2020: 151 nuovi casi e 1 decesso

  • 7 agosto 2020: 151 nuovi casi

  • 6 agosto 2020: 145 nuovi casi

  • 5 agosto 2020: 119 nuovi casi e 1 decesso

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO