Musumeci: "A Lampedusa altri 38 migranti positivi al Coronavirus"

"Non vogliamo che l'isola diventi un campo profughi".

Nello Musumeci

Nello Musumeci, Presidente della Regione Sicilia, ha riferito oggi una notizia datagli dagli operatori sanitari: altri 38 migranti tra quelli sbarcati a Lampedusa negli ultimi giorni sono stati trovati positivi al coronavirus. Musumeci ha detto:

"È l'ennesimo episodio. Sinceramente non comprendiamo l'atteggiamento del governo centrale che, oltre a non chiudere i porti siciliani, a più di due mesi dalla nostra richiesta non si è ancora pronunciato sullo 'stato d'emergenza' per quell'isoletta. Ciò che amareggia, in particolare, è l'indifferenza nei confronti di una piccola comunità che del sentimento di accoglienza e del senso di sacrificio ne ha fatto negli anni una ragione di vita"

Oggi a Lampedusa c'è stata un'altra decina di sbarchi per un totale di circa 350 persone approdate sull'isola, ma l'hotspot è già sovraffollato con oltre 1500 migranti. Intanto, oltre al sindaco di Trapani, anche il primo cittadino di Augusta ha detto no allo sbarco della nave quarantena Aurelia, a bordo della quale ci sono 250 persone tra cui alcune positive al coronavirus, ma in serata ha poi cambiato idea dicendo che è "garantita la sicurezza" e dunque ha dato l'ok allo sbarco. Ieri dall'hotspot sono fuggiti 40 tunisini e hanno girato per le strade senza mascherina. I lampedusani hanno scattato delle foto e chiesto l'intervento delle forze dell'ordine. Musumeci ha detto: "Non vogliamo che l'isola diventi un campo profughi". E intanto Matteo Salvini ha detto di voler denunciare il governo per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO