Elezioni 2013: gli studenti Erasmus non potranno votare. Cancellieri: «Servirebbe legge ad hoc»

18 gennaio 2013 - Studenti Erasums e il voto

Gli studenti Erasmus non potranno votare, se non in Italia, alle prossime elezioni politiche. La conferma è arrivata da Annamaria Cancellieri.

Il Ministro dell'Interno ha confermato nella sostanza quanto emerso nei giorni scorsi. Si tratta, va detto, di una questione nient'affatto nuova e dunque non riguarda solamente queste elezioni, come erroneamente detto in questi giorni da più parti.

La Cancellieri ha spiegato:

«Purtroppo non potranno andare al voto perché proprio tecnicamente non è possibile in quanto per potere essere elettori bisogna essere iscritti nelle liste elettorali dell'Aire e non sono previste per chi sta all'estero da meno di un anno. E poi non ci sono i tempi tecnici per istituire delle liste elettorali. Ci vorrebbe una legge ad hoc che non è mai stata fatta»

Come spiegavamo, bisogna ricordare che non è affatto una prerogativa di queste elezioni e che è già successo in passato (nel 2008, per esempio). Il che non significa che non si debba sanare la questione, per carità, ma semplicemente che, probabilmente, è stata sollevata in ritardo.

Ammettendo poi che siano tutti e 20mila, o anche 25mila, in Erasmus nel preciso istante delle elezioni, si tratterebbe dello 0,0004% 0,04-0,05% degli aventi diritto al voto. E' evidente che sia un vulnus da sanare. Ma è altrettanto evidente che sia una polemica strumentale. In ogni caso, non riguarda alcun "gombloddo" ad opera di Monti o Napolitano o chicchessia. Se mai, siamo di fronte all'ennesima questione che dimostra come le nostre istituzioni siano impreparate ad affrontare la vita reale, dalla quale sono del tutto slegate.

La questione è ben spiegata qui.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO