Nichi Vendola, parziale marcia indietro su Monti: "E' possibile un compromesso"

Le divergenze insanabili delle ultime settimane non sono improvvisamente scomparse del tutto. Nonostante il presunto accordo post-voto in arrivo tra il candidato del centrosinistra per le prossime elezioni politiche, Pierluigi Bersani, e il premier dimissionario, Mario Monti, il leader di Sinistra Ecologia e Libertà, Nichi Vendola non ha nessuna intenzione di cambiare idea e ha dichiarato che, con il candidato dei centristi, è possibile raggiungere un compromesso soltanto per quanto riguarda le riforme istituzionali.

Per tutto il resto, Vendola continua fermamente a pensare che un'alleanza di governo con il premier uscente sia praticamente impossibile, mostrandosi d'accordo, almeno su questo, con Pierferdinando Casini, leader dell'UDC. Queste sono state le sue dichiarazioni a riguardo concesse in un'intervista rilasciata a SkyTg24:

Con Monti si può costruire un compromesso importante su quello che sarà il carattere prevalente della prossima legislatura, cioè il carattere costituente. Monti ha compiuto una scissione a destra. C’è stata una stagione lunga in cui Berlusconi è riuscito ad amalgamare tutte le anime della destra. Monti è l’uomo che la scissione l’ha compiuta. È l’espressione di una scissione interna al polo conservatore. È una scissione importante. Una destra europea, una destra democratica, è un avversario ideale.

Il leader di SEL ha anche aggiunto che i cittadini, oltre a pagare le scelte dei governi Berlusconi, si sono ritrovati costretti ad affrontare anche le conseguenze delle decisioni prese dal governo tecnico:

Il berlusconismo ha peggiorato le condizioni di vita del paese. Ma l’Italia paga anche il prezzo delle politiche recessive fatte nell’anno di governo Monti, perché hanno impoverito questo paese. Ma se Monti fa autocritiche e correggere alcune sue controriforme è un fatto positivo.

Anche per quanto concerne i temi civili, accennati da Monti durante l'intervista concessa a Lo Spoglio in onda su Sky, Vendola ha ovviamente dissentito sulle dichiarazioni del candidato di centro:

Monti ha detto che la famiglia è composta da un uomo e una donna perché è un conservatore. Ci sono tanti tipi di famiglie. Le forme di convivenza tra le persone rappresentano nuclei di solidarietà che io chiamerei famiglia. La famiglia è un progetto d'amore di scambio e di solidarietà. La maternità, la paternità e la familiarità non sono codici del sangue ma del cuore. Nel programma del centrosinistra c'è il riconoscimento delle coppie di fatto, passo necessario per diventare europei.

Indirettamente, Vendola ha anche aggiunto che un'alleanza Bersani-Monti è superflua in quanto "se ci sarà un governo di centrosinistra avrà la straordinaria capacità di essere stabile".

Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO