Ballarò, la puntata del 22 gennaio 2013 live su PolisBlog, Monti: "Non sarò con Vendola al governo"

23.23 Finisce la diretta. Alè.

23.22 Il primo provvedimento del governo Monti riguarderebbe la legge elettorale e la riforma costituzionale in merito anche alla riorganizzazione dello Stato.
23.19 Frequenze televisive. Monti esclude che l'asta sia stata rinviata per fare un favore a Berlusconi.
23.18 Monti: "Il centro non esiste".
23.16 "Non serve una nuova manovra perché ci sarà il pareggio del bilancio strutturale al 2013 come deciso dal mio illustre predecessore Berlusconi".
23.15 Monti spiega che il Pdl e il Pd si sono sfilati dal governo Monti quando le elezioni si sono avvicinate e quando le riforme hanno intaccato i loro gruppi di interesse.
23.13 Per Monti il finanziamento pubblico ai partiti "deve essere drasticamente tagliato". Però aggiunge: "Il problema non è se un partito prende quei soldi. Al massimo è snobismo".
23.13 "Il Pdl ha avuto il problema degli impresentabile, io degli impersuadibili"
23.12 "Casini e Fini hanno visto prima degli altri il limite del bipolarismo".
23.10 Monti riconosce che anche la società civile ha dei difetti. Poi sui politici: "Sono schiavi di loro stessi".
23.08 "Non credo che mi troverò a governare con Vendola. La mia coalizione parteciperà a governi solo se ci saranno chiari programmi riformatori. Vendola non risponde a questi requisiti".
23.07 Poi cita le dichiarazioni di Berlusconi che a ottobre 2012 diceva che Monti aveva fatto il meglio al governo.
23.04 Monti definisce "spiritosissimo Alfano" e poi aggiunge: "Devo dire che quando lo vedo insieme al suo capo non è così vivace.
23.03 "In Europa sono considerato un alleato scomodo della Markel. Non mi faccio piegare".
23.02 "Ho avuto un corpo a corpo intellettuale con la Merkel".

23.00 Le critiche del Financial Times.

22.59 "Avrei dovuto lasciare l'Italia ad Alfano, di cui abbiamo visto la grande capacità di riscrittura della realtà? Oppure ad una sinistra che è in mano ad una coalizione che vede l'Italia come fosse un'isola?"
22.58 "Nel novembre 2011 eravamo in una situazione di drammatica emergenza finanziaria".
22.56 Monti: "Non ho la capacità di manipolazione della realtà di Berlusconi, la capacità di immaginare di poter svolgere attività di governo con Vendola e Camusso, non ho la vivacità di Grillo, ma con lui sono d'accordo quando dice che siamo in guerra. Con Grillo ho in comune la profonda sfiducia nelle coalizioni di Berlusconi e Bersani a governare l'Italia, ma non do voce solo alla rabbia come fa lui".
22.53 Per Grillo Monti "è un esorcista".

22.52 A Monti viene mostrato un servizio in cui i suoi avversari politici lo giudicano.

22.50 Inizia l'intervista a Mario Monti.
22.46 Monti entra in studio e dice di aver trovato gli ospiti "duri tra di loro". Pubblicità, poi l'intervista.

22.45 Per Sechi Monti è affidabile e credibile: "Nessuno riderà di lui all'estero".
22.43 Vendola dubita di potersi alleare con Monti, che fa parte dei suoi avversari.
22.41 Le coalizioni.

22.40 Chi voterà alla Camera?

22.39 Il Premier preferito per gli italiani.

22.37 Destra e sinistra significano ancora qualcosa?

22.36 Politici in tv.

22.36 I sondaggi.
22.35 Per Mieli la soluzione della Camusso è fallace, come insegna la storia.
22.33 Mieli fa notare che l'abolizione delle province era stata promessa durante la scorsa campagna elettorale.
22.32 Per Mieli Sechi e Vendola faranno parte dello stesso governo.
22.30 Per Alfano gli indici del redditometro sono stati scritti da Monti. Per Sechi da Tremonti. Questa è la slide mostrata dal giornalista e risale al governo Berlusconi.

22.29 Sechi ricorda che Pd e Pdl hanno sostenuto fino a poche settimane fa il governo Monti.
22.27 Alfano risponde con questo grafico.

22.27 "Alfano, voi avete aumentato la spesa corrente".
22.26 La Camusso chiarisce: "Noi vogliamo ridistribuire la tassazione, non aumentarla".
22.24 Alfano ribadisce: "Questa sinistra vuole aumentare le tasse". Vendola ribatte: "Io le ho abbassate". Camusso: "Se non riconosce la differenza tra politica e sindacato la vedo messa male".
22.21 Vendola rivendica i suoi successi da Governatore della Puglia soprattutto nell'occupazione giovanile. Alfano scherza: "Trasferiamoci tutti in Puglia".

22.20 "Non abbiamo aumentato le tasse". In studio i presenti manifestano incredulità.
22.18 Alfano sintetizza il motto di Vendola e Camusso: "Più spesa pubblica, più tasse". Alfano: "Noi siamo dalla parte opposta". La Camusso replica: "Sì, da quella della recessione".
22.17 Discussione Sechi-Camusso sulla spesa pubblica. Per il giornalista è aumentato anche nel 2012.
22.15 Sechi nota che la spesa pubblica è aumentata. Soluzione: un piano graduale. Sechi non si spinge oltre.
22.13 Per la Camusso la soluzione è creare nuovi posti di lavoro ad esempio mettendo in sicurezza le strutture scolastiche. Per trovare i soldi, la sindacalista propone anche la patrimoniale per i più ricchi.
22.11 Alfano propone di consentire alle imprese di assumere disoccupati senza dover pagare tasse per questi. La Camusso: "Non raccontiamo che bastano le agevolazioni fiscali. Queste regole già ci sono".
22.09 La mia idea è che Vendola e Monti finiranno insieme. Floris fa notare: "Quindi crede che il centrodestra perderà..."
22.07 Vendola contro il pareggio di bilancio: "Ok al rigore sulla spesa corrente, ma non su quella a investimento".
22.05 Per Vendola il redditometro fa intendere un'inimicizia tra lo Stato e il cittadino.

22.01 E per chi inizia a lavorare ora, visto l'utopia del raggiungimento della pensione, ci sono i fondi pensione.
22.00 Questo signore per un errore di calcolo dovrà lavorare per altri 7 anni. Sarebbe dovuto andare in pensione a settembre 2011.

21.59 La riforma delle pensioni.
21.53 Pubblicità.
21.50 Per Romiti le tasse sono alte perché non ci sono le entrate, la crescita e il lavoro.
21.47 Per Mieli per quanto riguarda la lotta all'evasione qualcosa è migliorato, mentre in campagna elettorale mancano due parole mantra: crescita e tagli alla spesa pubblica.

21.42 Il redditometro. C'è chi vende barche chiedendo di non denunciare al fisco l'acquisto. E per questo nell'annuncio di vendita è specificato 'no redditometro'.
21.40 La Camusso se la prende con chi ha sottovaluto la crisi dicendo per esempio che i ristoranti erano pieni. Sulle tasse: "Un po' di progressività maggiore avrebbe dato respiro".

21.37 Alfano: "L'Imu l'abbiamo votato perché l'hanno fatta per decreto dopo 20 giorni dall'insediamento del governo". Dal canto suo: "Avevamo promesso l'abolizione dell'Ici e lo abbiamo fatto".
21.35 Vendola contro l'Imu che va cancellata. Poi rivendica di aver tagliato le tasse in Puglia (Irpef e bollo auto).
21.33 Floris chiede a Vendola se si ricorda di quando Alfano e Sechi andavano d'accordo.
21.32 Alfano guarda la telecamera e dice che il governo tecnico è stato troppo accondiscendente con l'Europa.
21.31 Alfano replica: "Con Monti la pressione fiscale è aumentata di 1,5" e rimprovera il giornalista che se la prende con i governi precedenti come fosse un politico vecchio stampo.

21.29 Per Sechi a Monti è imputabile solo una piccola parte del carico di tasse sugli italiani. Il resto è colpa dei precedenti governi.
21.26 Il talk inizia con Romiti che recupera le parole di Padoa Schioppa secondo cui "è bello pagare le tasse". Poi denuncia: "In Italia non funziona niente; è il momento peggiore questo".
21.22 Con un servizio si parla dei costi per l'automobile.
21.21 Crozza ironizza sullo scontro Cosentino-Alfano, su Grillo e su Bersani. Poi chiude così:

Gli F35 che abbiamo comprato per 15 miliardi, quelli che non temono niente e nessuno, abbiamo scoperto che se c'è un temporale pare che esplodano. Invece che i nemici bisogna tener sotto occhio il meteo. Ma si può pagare uno sproposito una cosa che non funziona? Ah, già, abbiamo 1000 parlamentari.

21.14 Il monologo di Crozza. Ironia su Cosentino in parallelo con Obama.

21.10 Pubblicità, poi Crozza.
21.08 La chiocciola, per conoscere da più vicino i giovani.
21.06 Vendola si dice contento che nelle liste non ci sia Cosentino.
21.05 C'è anche Angelino Alfano tra gli ospiti. Il quale non conferma di essere il candidato Premier del centrodestra.
21.02 Rotondi dice che spera di stare fuori dalle liste. Infatti sta dentro, così come Polverini e Razzi.

21.00 Inizia l'anteprima.

Torna l'appuntamento con Ballarò. Questa sera alle ore 21.00 Giovanni Floris ospita in studio il leader di SEL Nichi Vendola, Mario Sechi di Lista civica, la segretaria generale della Cgil Susanna Camusso, Beatrice Lorenzin del PdL, Cesare Romiti presidente della Fondazione Italia-Cina e il presidente di Rcs libri Paolo Mieli.
Nell'ultima parte della trasmissione, intorno alle 22.30, è prevista l'intervista in diretta a Mario Monti, candidato presidente del Consiglio per la lista “Scelta civica – Monti per l’Italia. Non mancheranno i sondaggi illustrati dal presidente della Ipsos Nando Pagnoncelli e la copertina satirica di Maurizio Crozza.
Ecco i temi che verranno discussi nel talk di Rai 3:

Il redditometro è un accertamento di massa? La patrimoniale è una tassa ingiusta? Le pensioni del ministro Fornero cambieranno dopo il voto? E che fine farà la riforma del mercato del lavoro?

PolisBlog come di consueto seguirà in tempo reale la puntata.
7 giorni fa Ballarò è stato il secondo programma più visto della prima serata con 5 milioni 146 mila telespettatori e il 17,46% di share. Meglio del talk di approfondimento politico ha fatto soltanto la replica di Don Matteo 8.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO