Milano, arrivano le camicie nere. Chi sorveglierà le ronde neofasciste?

Come segnalato anche dai colleghi di 02, arriva a Milano una versione quanto mai inquietante della "sicurezza fai da te", le ronde nere. Di chiara ispirazione neofascista, indossano il tipico abbigliamento da balilla: aquila imperiale romana, elmetto, anfibi neri, guanti di pelle, una grossa torcia elettrica di metallo nero e una fascia nera con la “ruota solare”, che ricorda tanto il partito nazionalsocialista.

Così palese la somiglianza squadrista che è stato inevitabile per la procura di Milano aprire un'indagine; si è scandalizzato persino l'estremo centro, ovvero l'Udc, che senza di giri di parole ha riferito:""Il governo intervenga subito per vietare le ronde nere di militanti neofascisti pronti a farsi giustizia come fossimo nel 'ventennio'.

Ma chi sono questi fantomatici volontari della Guardia Nazionale Italiana?

Sono ex appartenenti alle forze armate e alle forze dell'ordine e normali cittadini "patrioti e nazionalisti" pronti a "servire la nostra terra e il popolo italiano", dicono, svolgendo attività di vigilanza "per potenziare la sicurezza nei centri urbani" ma anche di "protezione civile" e di "promozione e divulgazione della storia, delle lingue e delle tradizioni Italiane con particolare riferimento all'Impero Romano".

Qualcosa non torna, appunto. A chi li incontrerà per strada, e non sospetterà di avere visioni dovuto all'assunzione di droghe pesanti, nella notte, non resterà che darsi alla fuga e magari chiamare la polizia, annunciando che dei tizi in costume squadrista stanno marciando, magari verso Palazzo Marino.

  • shares
  • Mail
108 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO