Elezioni comunali a Roma: il 7 aprile le primarie del centrosinistra


Si terranno il 7 aprile le primarie della coalizione di centrosinistra, composta da PD, SEL e PSI, per la scelta del candidato sindaco alle elezioni comunali di Roma, che si svolgeranno il 26 e 27 maggio per il primo turno e due settimane dopo per l'eventuale ballottaggio. È quanto deciso oggi dal coordinamento della coalizione "Roma bene comune", che ha anche previsto delle primarie per i municipi, che verranno accorpati da 19 a 15. Le primarie si sarebbero già dovute tenere il 20 gennaio, ma erano state annullate per la concomitanza con la campagna elettorale per le politiche e per le regionali nel Lazio (e qualcuno aveva vociferano che sarebbero state cancellate definitivamente).

Ma chi saranno i candidati al ruolo di sfidante di Gianni Alemanno? Le prossime ore saranno decisive per fare un po' di chiarezza in un quadro piuttosto confuso, fatto di candidature annunciate già mesi fa, new entry e voci non smentite. Quel che appare certo è che il PD non presenterà una candidatura unitaria: solo tra i "renziani" sono almeno due i candidati. Si tratta dell'ex assessore provinciale Patrizia Prestipino, che ha annunciato la candidatura già a giugno scorso, e l'ex ministro delle Comunicazioni (e portavoce di Rutelli al Campidoglio) Paolo Gentiloni, entrambi appartenenti alla corrente vicina al sindaco di Firenze. Vedremo se resteranno in corsa entrambi fino alla fine.

Un altro che ha annunciato con molto anticipo la sua corsa è David Sassoli, europarlamentare ed ex mezzobusto del Tg1, che può contare su una maggiore notorietà ma non è ben visto dalla dirigenza romana del partito, che lo considera come un "corpo estraneo". Ma il nucleo del PD romano non è ancora riuscito a esprimere un nome, dopo il "trasloco" di Nicola Zingaretti alle regionali: è quasi definitivo il no di Enrico Gasbarra, già vice di Veltroni; il capogruppo PD in Campidoglio Umberto Marroni, che si era candidato alle primarie in un primo momento, ha ripiegato su Montecitorio; anche Ignazio Marino si è tirato indietro. È quindi probabile che nelle prossime settimane esca una candidatura di peso. A novembre si era fatto avanti anche Mario Adinolfi, che però nel frattempo è passato con la Lista Monti.

Per quanto riguarda SEL, Nichi Vendola ha candidato Luigi Nieri, assessore per le periferie nella prima giunta Veltroni e responsabile del bilancio della Regione Lazio per la giunta Marrazzo. Il Psi candiderà invece Mattia Di Tommaso, 27enne esperto di diritti umani.

Quindi al netto di questi nomi, e delle possibili nuove candidature, per ora alle comunali si presenteranno sicuramente il sindaco uscente Gianni Alemanno, l'indipendente Alfio Marchini, appoggiato con tutta probabilità da Udc e altri centristi, mentre per Rivoluzione Civile si è fatto il nome del presidente del X Municipio Sandro Medici, che ha aderito a "Cambiare si può". A loro si aggiunge Stefano Tersigni, della lista civica "Roma capitale è tua", e il futuro candidato del M5S

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO