Pd, i sondaggi dicono Bersani. Franceschini ko. Effetto Debora?

Come tanti sondaggi, anche questo sarà uno di quelli a “capocchia”. Meglio, però, vista la fonte, dargli un’occhiata.

Il sondaggio è stato realizzato il 29 e 30 giugno dall’Istituto Crespi Ricerche per Affaritaliani.it e riguarda i due contendenti alla segreteria del Pd, Dario Franceschini e Pierluigi Bersani.

Stando a questi dati, non c’è storia. Vince a mani basse Bersani: 51,5 per cento delle preferenze contro il 35,3 per cento dell’attuale segretario Franceschini. Ben 16 punti di differenza! Il 13,2 per cento non si schiera con nessuno dei due. Va ricordato che al sondaggio hanno partecipato elettori del Pd alle ultime Europee.

Stando al sondaggio, pare proprio che, a differenza di quanto affermato dalla nuova “star” Debora Serracchiani, Franceschini non sia poi così “simpatico”. Forse sono altre le motivazioni della scelta.

Non solo. Dal fronte ulivista tira aria di fronda.

Delusi dal forfait del sindaco di Torino Chiamparino e non convinti né sul nome di Franceschini né su quello di Bersani, (“è come scegliere fra un mal di testa e un mal di denti”) gli aficionados di Arturo Parisi, “fan” doc di … Romano Prodi, sarebbero intenzionati a fare il gran gesto del rifiuto, non partecipando né al congresso, né alle primarie.

Il “massacro” in atto nei confronti delle “ingenue” riflessioni della Serracchiani (tema ampiamente trattato da Polisblog.it) dimostra il livello dello stato del partito.

Una Compagnia di giro votata all’autolesionismo.

La domanda è d’obbligo: questi, oltre ad azzuffarsi fra loro, che altro sanno fare? Insomma, non c’è che dire, un’altra “bella” ripartenza, questa del Pd!

Se il buon giorno si vede dal mattino, pare proprio che i “democrat” stiano imboccando l’ultimo miglio: quello che conduce al … cimitero.

  • shares
  • Mail
50 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO